VOTAZIONI E COVID: LE INDICAZIONI MINISTERIALI DA SEGUIRE

Molfetta. L'uso della mascherina chirurgica all'interno dei seggi è fortemente raccomandato, ma non obbligatorio

molfettaprotocollosanitarioelezioni12giugnoIl Ministero dell'Interno ha reso noto il protocollo sanitario a cui attenersi durante le consultazioni elettorali e referendarie di domenica 12 giugno per contrastare la diffusione del Covid. Sottoscritto in data di ieri, mercoledì 8 giugno, dalla ministra Luciana Lamorgese e dal ministro della salute Roberto Speranza, e inviato a tutte le Prefetture della Repubblica, il protocollo dispone che l'uso della mascherina chirurgica per gli elettori è fortemente raccomandato, ma non obbligatorio.

"In considerazione del mutato quadro epidemiologico – si legge nel documento ministeriale – per l'accesso degli elettori ai seggi, per il solo esercizio del voto, l'uso della mascherina chirurgica è fortemente raccomandato". Sarà quindi ammesso al voto anche chi è sprovvisto di mascherina.

La comunicazione del Ministero dell'Interno giunge dopo una serie di polemiche relative all'ipotesi che l'obbligo di indossare la mascherina potesse ostacolare il raggiungimento del quorum dei cinque referendum sulla giustizia, mentre arriva in concomitanza con la conferma del Tar del Lazio che obbliga invece l'uso della mascherina in occasione degli esami di terza media e di maturità.

Sempre il Ministero dell'Interno comunica inoltre che è possibile esercitare il diritto al voto non solo presentando la carta d'identità, anche scaduta, ma esibendo i documenti di riconoscimento rilasciati dalle pubbliche amministrazioni, purché provvisti di fotografia. Ammesse anche le tessere di riconoscimento rilasciate dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia e convalidate da un Comando militare; le tessere di riconoscimento rilasciate dagli ordini professionali, purchè munite di fotografia.

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino