BALLOTTAGGIO MINERVINI – DRAGO: L’ESITO DELLE OPERAZIONI DI SPOGLIO A MOLFETTA

Molfetta. Dopo oltre dodici ore di attesa, il verdetto: a sfidare il sindaco uscente è Lillino Drago che conquista il 23,65% dei voti

molfettaduomo060422È sfida aperta tra Tommaso Minervini e Lillino Drago. I molfettesi dovranno eleggere uno dei due alla carica di sindaco nel ballottaggio di domenica 26 giugno prossimo. Lo spoglio elettorale delle sessanta sezioni allestite sul territorio comunale, iniziato alle ore 14 di ieri, lunedì 13 giugno, e terminato alle ore 02.35 di oggi, si è concluso, come era immaginabile dalle prime proiezioni, con un sensibile vantaggio a favore di Tommaso Minervini, sindaco uscente candidato al secondo mandato, che raggiunge il 47,86%.

14.939 i cittadini che hanno votato per Minervini, mentre all’ex magistrato che lo sfiderà al ballottaggio hanno dato fiducia 7.380 elettori, pari al 23,65%. Grande soddisfazione per Lillino Drago, che in serata ha accolto il governatore Michele Emiliano, al suo fianco sin dall’inizio della campagna elettorale. Importante senz’altro anche la presenza di Giuseppe Conte a Piazza Gramsci, che ha fatto tappa a Molfetta proprio per promuovere l’impegno dei pentastellati locali, guidati da Dario la Forgia, che sostengono la candidatura a sindaco di Drago.

Si piazza poco distante con il 20,38% l’avvocato Pietro Mastropasqua, su cui hanno puntato 6.362 elettori. Reso ufficiale da parte di qualche candidato consigliere delle liste di centrodestra a sostegno del giovane legale, l’appoggio a Lillino Drago in vista del ballottaggio. Significativo il risultato ottenuto dal medico molfettese Giovanni Infante, votato da 2.530 cittadini, pari al 8,11% del totale.

I voti validi sono stati 31.962, 173 le schede bianche e 565 le schede nulle.

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino