BALLOTTAGGIO, MASTROPASQUA: «L’UNICO LEGAME DA RINSALDARE È QUELLO CON MOLFETTA»

Molfetta. Il candidato sindaco di centrodestra non si sbilancia sul possibile apparentamento con la coalizione di Drago e traccia la sua personale analisi del voto

Pietro Mastropasqua 2Dopo tre giorni dal voto delle amministrative, giunge l’analisi di Pietro Mastropasqua. Il giovane candidato sindaco che si è piazzato terzo, a soli tre punti percentuali da Lillino Drago, che domenica 26 giugno sfiderà al ballottaggio Tommaso Minervini, non si sbilancia sul possibile apparentamento per vincere il secondo turno e governare la città al fianco dell’ex magistrato e delle forze progressiste di centrosinistra.

Oltre 6000 votanti, pari al 20,4%, ha preferito il 42enne avvocato molfettese. «Da una parte c'è la Molfetta che ha colto la sfida audace lanciata negli scorsi mesi e ha già scelto: 6.363 i voti a Pietro Mastropasqua e 5.519 all'intera coalizione "Molfetta vincente" nelle elezioni amministrative 2022. Dall'altra parte c'è chi, invece, quasi morbosamente, chiede e aspetta di sapere quale sarà la decisione rispetto al ballottaggio».

Un'attesa che «connota ancora una volta - afferma Pietro Mastropasqua - quanto una parte considerevole di questa città sia ancorata a logiche oltrepassate. Viene chiesto a noi da che parte stare? E allora vi rispondo subito: dalla parte di Molfetta. Lo ha chiesto oltre il 20% dei molfettesi attraverso il gesto più semplice e libero che un cittadino possa fare: votare. E noi non ci sottrarremo a questa investitura. La nostra libertà da ogni condizionamento e logica di interesse personale o di coalizione resta il perno della nostra visione politica - garantisce Mastropasqua - Non siamo interessati alla poltrona o al potere come mero strumento di egocentrismo e autoreferenzialità̀ perché abbiamo un'idea aulica del governo della città: farlo esclusivamente nell'interesse dei molfettesi e di Molfetta. È l'unica cosa che ci interessa.

Abbiamo una grande responsabilità̀ - continua Mastropasqua - essere rappresentanze istituzionali serie e che siano baluardo delle istanze e delle esigenze dei molfettesi, le uniche questioni che ci hanno sempre interessato e che continueranno ad essere il solo oggetto del nostro lavoro quotidiano per fornire sempre risposte e soluzioni concrete. È per questo motivo che, a chi ci chiede cosa faremo in vista del ballottaggio, dico: rinsaldare l'unico legame che abbiamo, quello con Molfetta per farle del bene. Abbiamo preso un unico impegno con la città e lo manterremo. Continueremo il nostro progetto politico con l'obiettivo di creare una "Molfetta vincente" e di rompere con la vecchia politica».

Last modified on Giovedì, 16 Giugno 2022 18:26

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino