INSULTI A DRAGO DURANTE LO SCRUTINIO, MINERVINI: «CI DISSOCIAMO DA OGNI ATTO OFFENSIVO»

Molfetta. Appena rieletto, il sindaco Minervini prende le distanze da quanto accaduto a margine del turno di ballottaggio

molfettadichiarazioneminerviniMentre nei sessanta seggi si stavano svolgendo le operazioni di scrutinio che hanno fatto seguito al voto per il turno di ballottaggio, alcuni cittadini a bordo di scooter si sono avvicinati al comitato di Lillino Drago in corso Margherita di Savoia rivolgendo all'indirizzo del candidato sindaco parole offensive.

Chiara la posizione di condanna del sindaco Tommaso Minervini, che già nella serata di ieri aveva espresso rammarico per l'accaduto. Nella nota diffusa alla stampa nella tarda mattinata odierna, le parole del sindaco appena rieletto: «Ci dissociamo da ogni atto o gesto offensivo avvenuto davanti al comitato del dott. Lillino Drago e al nostro stesso comitato. Noi che abbiamo impostato una campagna elettorale nel rispetto di tutti gli avversari politici, stigmatizziamo il comportamento di qualche imbecille che non rappresenta minimamente i valori della nostra coalizione, fondati su coesione e solidarietà. Anzi, speriamo che tutto il prossimo Consiglio comunale, maggioranza e minoranze, lavori per il bene comune della città, sempre nel rispetto reciproco».

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino