PULO INFERNUM: MOLFETTA RISCOPRE DANTE E IL SUO PREZIOSO PULO

Molfetta. È andata in scena ieri sera la prima della seconda edizione di Pulo Infernum. Stasera la replica

molfettapaolofrancesca060822Si è svolta nella serata di ieri, venerdì 5 agosto, la prima messa in scena di Pulo Infernum, quest'anno alla sua seconda edizione. Assistere alla declamazione di alcuni tra i versi più belli della magistrale opera dantesca, in una location come il Pulo è un'esperienza da non trascurare.

Pulo Infernum è una pièce che coinvolge e nutre i cinque sensi. Pulo Infernum è uno spettacolo che tocca e ti tocca il cuore.  Accompagnati dal Sommo Poeta pian piano, tra versi e passi di danza, gli spettatori – visitatori, pagato l'obolo al traghettatore Caronte, giungono nel cuore della dolina, in un percorso in cui si incontrano le anime più umane dell'opera di Dante.

Eccezionali gli attori, tutti. Tra loro impossibile non menzionare, il fiore all'occhiello del nostro teatro, Felice Altomare, la cui interpretazione di Minosse, il giudice dei dannati, ha fatto accapponare la pelle.

Il tutto reso ancora più verosimile dal protagonista indiscusso della performance, il Pulo. La dolina carsica, infatti, con la sua selva selvaggia e oscura assieme ai suoi variegati profumi ha avuto un ruolo fondamentale, non semplice scenografia, ma quasi un deus ex machina. Impossibile per gli attori non recitare all'unisono con quel microcosmo di vita che è il Pulo. Pure sinergie.

Anche la musica di Nicola Nesta e Federico Ancona ha contribuito, insieme ai dolci suoni regalati dalla fauna del Pulo, a rendere speciale questa rilettura dell'Inferno, perfettamente diretta dal regista Francesco Tammacco in scena, nel ruolo del Sommo Poeta, insieme a Pantaleo Annese nel doppio ruolo di Caronte e Ulisse, Francesco Consiglio – Conte ugolino, Marco Sallustio e Azzurra Panunzio nel ruolo di Paolo e Francesca con i giovani allievi del Carretto Teatro.

Uno spettacolo difficile da descrivere, perché da provare e sentire, lasciandosi inglobare e attraversare dalle ataviche energie vitali del luogo delle nostre origini, il Pulo.

Questa sera si replica a partire dalle ore 19, con spettacoli a seguire alle ore 20-22 e 23. Si suggerisce di indossare scarpe comode per poter passeggiare più agilmente all'interno della dolina. Pulo Infernum sarà poi rimesso in scena venerdì 26 e sabato 27 agosto.

Si accede solo con prenotazione e non sarà possibile acquistare i biglietti ormai sold out sul posto.

Pulo Infernum nasce dalla collaborazione con l'agenzia di comunicazione, marketing ed eventi Evlove, di Daniele Sancilio e fa parte del cartellone Estate Molfettese 2022 ed è patrocinato dal comune di Molfetta ed è stato.

 

 

Last modified on Sabato, 06 Agosto 2022 12:31

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino