POLITICHE, RITA DALLA CHIESA A MOLFETTA PER LA CAMPAGNA ELETTORALE DEL CENTRO DESTRA

Molfetta. Arrivata ieri sera in città, la nota giornalista alla guida del collegio uninominale Puglia 4 è stata accompagnata in un tour tutto molfettese dai consiglieri comunali di centro destra Mastropasqua, Germinario, Binetti e Logrieco

molfettaritadallachiesa100922Senza troppi squilli di tromba, la città di Molfetta, nella serata di ieri, venerdì 9 settembre, ha incontrato Rita dalla Chiesa. La candidata del centro-destra, nel collegio di Molfetta alla Camera dei Deputati, ha subito conquistato i cuori e le attenzioni dei molfettesi con il suo proverbiale stile sobrio e convincente.

Nota per il suo impegno animalista, la conduttrice televisiva, figlia del generale Carlo Alberto dalla Chiesa, vittima di mafia ucciso su mandato di Totò Riina, negli ultimi anni è stata protagonista di numerose battaglie sociali; molto amata dal grande pubblico, rifugge dalle plastiche passerelle mediatiche e non si lascia accostare, neanche in questo momento elettorale, allo status di figlia di uno dei grandi servitori dello Stato.

Arrivata ieri sera nel collegio camerale è stata accompagnata in un tour, tutto molfettese, dal gruppo consiliare di centro-destra.

«Molfetta è un paese che mi ha accolta con affetto grande e vero - comunica Rita dalla Chiesa - e che mi ha accompagnata alla Cattedrale per conoscere lo splendore della Madonna dei Martiri. Questa è una terra bellissima, con delle realtà imprenditoriali importanti. Sono stata anche a Giovinazzo, borgo sul mare con un paesaggio incredibile. Sono luoghi da proteggere, tutelare, per far sì che i tanti giovani non l'abbandonino e possano trovare terreno fertile per coltivare i propri progetti di vita con concretezza».

Prima di questo tour cittadino, non poteva certo mancare un momento di particolare riflessione e raccoglimento quando è stata raggiunta una strada che meglio simboleggia il riconoscimento dell'intera comunità molfettese nei confronti del Generale, via Alberto dalla Chiesa.

In questa campagna elettorale, sicuramente una delle più complesse della storia repubblicana, anche per il centro-destra locale si prospetta un importante risultato, per poco già sfiorato nella competizione amministrativa. «Adesso più che mai – sottolineano all'unisono i consiglieri Mastropasqua, Binetti, Germinario e Logriecola politica è espressione di libertà, una libertà di pensiero, di coscienza e, soprattutto, di scelta.

Si percepisce un clima di voglia spasmodica di cambiamento per nuovi equilibri politici che le urne non mancheranno di riservare. E questo – concludono – non potrà che iniziare a segnare un nuovo e velocissimo ciclo politico e di governo che genererà importanti ricadute sul palazzo municipale ed anche su quello regionale».

Una giornata tutta molfettese quella della giornalista Rita dalla Chiesa – alla presenza anche del senatori Boccardi e Damiani, di Domenico Damascelli, dell'avv. Maria Tiziana Rutigliani e dell'ex sen Antonio Azzollini – nell'insolita veste di candidata nel nostro collegio camerale per il centro-destra (espressione di Forza Italia).

Last modified on Sabato, 10 Settembre 2022 11:45

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino