LORENZO MARONE OSPITE AL 1°FESTIVAL LETTERARIO DELLA LIBRERIA IL GHIGNO

Molfetta. Il pluripremiato scrittore napoletano presenta il suo ultimo lavoro "Le madri non dormono mai"

molfettalorenzomarone11092Un ospite d'eccezione quello che il prossimo venerdì siederà nel salotto culturale della libreria il Ghigno. Si parla di Lorenzo Marone, vincitore di numerosi premi, tra cui Premio scrivere per amore 2015, Premio Caffè Corretto – Città di Cave, Premio selezione bancarella 2017 e Premio Siani 2018 per il romanzo Un ragazzo normale.

Questi solo alcuni dei premi riconosciuti allo scrittore partenopeo che venerdì 16 settembre sarà l'ospite d'eccezione per Storie Italiane – Il 1° Festival di letteratura a Molfetta, dove presenterà Le mamme non dormono mai – edito da Einaudi.

Due vite fragili tra altre vite fragili: donne e uomini che passano sulla terra troppo leggeri per lasciare traccia. Intorno, a contenerle, un luogo che non dovrebbe esistere, eppure per qualcuno è perfino meglio di casa”.

Protagonista, Diego, bambino di nove anni. È un animale senza artigli,Diego, troppo buono per il quartiere di Napoli in cui è cresciuto. I suoi coetanei lo hanno sempre preso in giro perché ha i piedi piatti, gli occhiali, la pancia.

Ma adesso la cosa non ha più importanza. Sua madre, Miriam, è stata arrestata e mandata assieme a lui in un Icam, un istituto a custodia attenuata per detenute madri.

Lì, in modo imprevedibile, il ragazzino acquista sicurezza in sé stesso. Si fa degli amici; trova una sorella nella dolce Melina, che trascorre il tempo riportando su un quaderno le «parole belle»; guardie e volontari gli vogliono bene; migliora addirittura il proprio aspetto.

Anche l’indomabile Miriam si accorge con commozione dei cambiamenti del figlio e, trascinata dal suo entusiasmo, si apre a lui e all’umanità sconfitta che la circonda. Diego, però, non ha l’età per rimanere a lungo nell’Icam, deve tornare fuori. E nel quartiere essere più forte, più pronto, potrebbe non bastare.

L'autore napoletano scrive un commovente romanzo corale, “un cantico degli ultimi” che si interroga e ci interroga su cosa significa oggi, nella nostra era, essere liberi o essere prigionieri.

Lorenzo Marone vi aspetta, venerdì 16 settembre, alle ore 19.30, presso la Galleria Patrioti Molfettesi. Ancora una volta insieme ai librai della storica libreria il Ghigno per perderci in un mare di storie. 

Last modified on Domenica, 11 Settembre 2022 11:36

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino