SERGIO DE BARI, UN ORIUNDO MOLFETTESE PROTAGONISTA DELLA MMA AD ATLANTIC CITY

Molfetta. Sergio de Bari di origine molfettese è stato protagonista negli Stati Uniti del MMA lo sport di Conor McGregor

molfettammaacityC130922Lo scorso 9 settembre, ad Atlantic City si è svolto un importante combattimento di arti marziali, MMA Ring of Combatt 77. Ciò che lega la nostra città a questo importante evento è Sergio de Bari.

Nato e cresciuto a Hoboken, nello stato del New Jersey, Sergio è figlio di due molfettesi doc, emigrati come molti altri concittadini nella famosa località statunitense che diede i natali all'italo americano Frank Sinatra.

Molto legato alla sua Molfetta, dove da bambino trascorreva le vacanze estive e dove quando può torna a visitare i suoi parenti, Sergio ha amato lo sport fin da bambino.

Aveva una grande passione per il calcio e gli piaceva guardare con il papà il famoso programma 90° Minuto, tuttavia Sergio non ha fatto carriera nel mondo del calcio, ma è diventato un professionista di MMA, lo sport da combattimento che ha ottenuto popolarità in tutto il mondo e in Italia, grazie al lottatore irlandese Conor McGregor.

Dopo una lunga pausa, dovuta alla pandemia e a un brutto infortunio, de Bari, nella notte tra il 9 e il 10 settembre è tornato a infilarsi i guanti e a combattere, ripartendo dal luogo in cui ha avuto inizio la sua carriera da lottatore, l'arena Tropicana, il più grande casinò di Atlantic City.

E mentre Molfetta era assopita tra le braccia di Morfeo, Sergio ha combattuto per l'importantissimo evento Ring Combatt 77, per il titolo Pesi Piuma professionisti, sfidando l'avversario di Brooklyn Nekruz Mirkhojaev, originario dell'Azerbaigian.

Nonostante il grande impegno da parte dell'atleta di origine molfettese, l'esito dell'incontro non si è concluso a suo favore. Infatti, dopo tre agguerritissimi round, in cui Sergio ha mostrato il suo talento e messo più volte in pericolo l'avversario, i tre giudici hanno assegnato la vittoria all'avversario di origine azerbaigiana che ha conquistato due round su tre.

Non ha ottenuto il titolo ambito, ma di certo per la sua famiglia, gli amici, ma anche per molti molfettesi e per tutti gli altri oriundi concittadini, Sergio de Bari sarà sempre e comunque motivo di grande orgoglio.

Per curiosità e per chi volesse far sentire l'affetto della sua terra d'origine può seguire Sergio sui suoi social:

https://www.facebook.com/sergio.debari.37

https://www.instagram.com/matwizzard/?hl=it

Foto: Angelo Carchesio

Last modified on Lunedì, 12 Settembre 2022 22:41

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino