ALGA TOSSICA PRESENTE IN QUANTITÀ MINIMA A MOLFETTA: I DATI DI ARPA PUGLIA

Molfetta. Il monitoraggio sulla prima quindicina di settembre condotto da Arpa Puglia in località Prima Cala rileva una quantità di 360 cellule per litro

molfettaprimacalaBuone notizie per la balneabilità a Molfetta in questa coda estiva. Stando ai dati diffusi da Arpa Puglia a seguito del monitoraggio relativo alla prima quindicina di settembre sulla presenza della Osteopsis ovata lungo la costa molfettese, la quantità si attesta sulle 360 cellule per litro.

GUARDA IL REPORT

I campionamenti, condotti dai tecnici ARPA in località Prima Cala, riportano dei dati simili a quelli di inizio stagione, quando la presenza della microalga nociva era scarsa, o quasi inesistente. L’allarme alga tossica si è registrato durante i primi giorni di agosto, quando l’ARPA ha rilevato una presenza altissima, ben oltre i limiti indicati dal Ministero della Salute.

In quel periodo, protrattosi per una decina di giorni, diversi bagnanti, tra cui molti bambini, hanno manifestato i sintomi da intossicazione, lamentando dolori addominali con nausea e diarrea, febbre, mal di gola e mal di testa. Più di qualcuno, a fronte del malessere sviluppato, ha fatto ricorso alle cure mediche del Pronto Soccorso dell’Ospedale “don Tonino Bello” di Molfetta.

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino