PAOLO DE PALMA, LA FAMIGLIA SPORGE DENUNCIA: «VOGLIAMO LA VERITÀ»

Molfetta. I familiari di Paolo De Palma non puntano il dito contro nessuno, ma vogliono sapere quali siano state le cause della morte

molfettapaolodepalmaLa salma di Paolo De Palma, morto nella notte di venerdì 30 settembre, è a disposizione della magistratura per un’eventuale esame autoptico. I familiari di Paolo, assistiti dall’avvocato molfettese Bepi Maralfa, hanno sporto denuncia all’unico scopo di conoscere le cause che hanno portato alla morte il loro congiunto. Paolo era ricoverato da inizio settembre presso la struttura sanitaria Opera Pia di Bari, come disposto dal giudice tutelare il 14 agosto scorso.

Afflitto da gravi problemi di natura urologica, Paolo De Palma era stato affidato alle cure dei medici dell’Opera Pia di Bari, dopo aver trascorso alcuni giorni nel reparto di Psichiatria del Policlinico di Bari. Prima ancora Paolo ricoverato presso l’ospedale di Corato, dove è stato sottoposto a tutte le indagini cliniche necessarie.

Un’esistenza trascorsa ai margini, quella di Paolo, un uomo con cui la vita non è stata affatto generosa. Tutti a Molfetta lo conoscevano per il suo modo chiassoso di stare al mondo. Tantissimi lo hanno insultato e offeso, diverse le persone senza scrupoli che si sono approfittate della sua ingenuità e pochissime quelle che lo hanno amato davvero.

Paolo era assistito dal servizio sociale comunale, che ha fatto di tutto affinché trovasse quanto prima una sistemazione in una struttura idonea, per essere soccorso e curato nel migliore dei modi. Per fare luce sul suo stato di salute al momento del decesso e sulle cause che l’hanno provocato, si aspetta ora la decisione dei magistrati.

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino