AL MUSEO DIOCESANO DI MOLFETTA IN CONCERTO LA MUSICA BAROCCA DI CLAUDIO MONTEVERDI

Molfetta. Il concerto diretto dal Maestro Antonio Magarelli si terrà oggi martedì 15 novembre alle ore 19.30

molfettalagrimealsepolcroQuesta sera presso l'Auditorium del Museo Diocesano di Molfetta, la Cappella Musicale Corradiana si esibirà sulla sestina "Lagrime d'amante al sepolcro dell'amata", VI Libro dei Madrigali a cinque voci, "Lamento d'Arianna" di Claudio Monteverdi. Compositore italiano vissuto tra la fine del Cinquecento e la prima metà del Seicento, Claudio Monteverdi segnò il passaggio dal linguaggio rinascimentale a quello barocco. Fu autore di madrigali e di opere teatrali e la sua sensibilità drammatica lo portò a un approccio innovativo dell'uso delle voci e degli strumenti per meglio esaltare, far emergere il significato del testo poetico.

L'opera che si ascolterà questa sera, la Sestina, su versi di Scipione Agnelli, fu composta nel 1600 e data alle stampe nel 1614. Il componimento è composto di sei Madrigali dedicati alla memoria di una giovane cantante, Caterina Martinelli, detta La Romanina.

La piccola Caterina era stata portata a Mantova alla Corte di Vincenzo Gonzaga quando aveva tredici anni e, messa in casa di Monteverdi per essere educata alla musica, ne era diventata l'allieva prediletta. Purtroppo Caterina morì poco prima di interpretare il personaggio di Arianna, figura centrale dell'omonima opera di Monteverdi, di cui ci è pervenuta solo il celebre "Lamento".

Un concerto da ascoltare per conoscere l'arte di un artista che ha rivoluzionato il modo di fare e ascoltare la musica elevandola a pura poesia. La direzione del concerto è di Antonio Magarelli: Antonella Parisi, alla viola da gamba, e Gaetano Magarelli, al clavicembalo.

L'ingresso è libero.

Last modified on Martedì, 15 Novembre 2022 10:40

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino