“L’ALTRA ME”, SETTECENTO STUDENTI DICONO NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE. ROSELLI: «FENOMENO DA AFFRONTARE TUTTI INSIEME»

Molfetta. L’assessore alle politiche giovanili Caterina Roselli commenta l’esito del Festival itinerante “L’altra me” organizzato dal Cav Pandora, a cui hanno preso parte oltre 700 studenti delle secondarie scuole di primo e secondo grado

molfettaassessoreroselliGrazie agli oltre settecento studenti che vi hanno preso parte, la seconda edizione del Festival itinerante “L’altra me”, organizzato dal Centro Antiviolenza Pandora, è stato un vero successo. Nella serata del 25 novembre scorso, data in cui si celebra la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, Corso Umberto si è animato con canti, declamazioni di racconti e poesie, manifestazioni teatrali, disegni e momenti condivisi di riflessione.

A commentarne l’esito del Festival, l’assessore alle politiche giovanili del Comune di Molfetta, Caterina Roselli, che in una nota stampa sottolinea l’importanza del Servizio Sociale e del Centro Antiviolenza, in quanto presidi fondamentali per la tutela delle donne vittime di violenza che vanno valorizzati e promossi in ogni contesto.

«Il fenomeno della violenza - commenta Caterina Roselli, Assessore alle Politiche giovanili, Polizia Locale, Ambiente e Città sane – va riconosciuto come violazione dei diritti umani, va riconosciuto nella sua deflagrante portata distruttiva della vita delle donne che la attraversano. Va riconosciuto come espressione della disparità di potere tra uomini e donne nell’attuale organizzazione sociale ed economica. Ed è per questo che – conclude l’assessore - ha urgente necessità di essere affrontato tutte insieme, tutti insieme ognuna e ognuno dalla propria postazione e dal ruolo che occupa evitando di cadere in inutili individualismi e particolarismi e nella piena consapevolezza di ciascuno del ruolo che gli e le compete».

NOTIZIE PIU' LETTE

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino