INPS, PARTE OGGI IL NUOVO CONTRATTO PER I 600 DIPENDENTI DI MOLFETTA: VIA ALL’INTERNALIZZAZIONE

Molfetta. A partire da oggi le 3014 risorse stabilizzate in tutta Italia, tra cui i 600 dipendenti della sede molfettese della Network Contacts, sono al servizio diretto di INPS

molfettainps15022022Inizia oggi, giovedì 1° dicembre, per i 600 dipendenti della sede molfettese della Network Contacts, tra le 3014 risorse del servizio di Contact center stabilizzate dall’INPS in tutta Italia, una nuova fase della loro carriera lavorativa.

Dopo l’incontro tenutosi a Roma lo scorso 15 novembre tra le sigle sindacali riunite di SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL e i vertici INPS, sono state delineate le modalità con cui si avvia il nuovo contratto a tempo indeterminato per i lavoratori del servizio di Contact Center. Presenti all’incontro il Presidente dell’INPS Pasquale Tridico, il Direttore generale Vincenzo Caridi e il Direttore Generale di INPS Servizi Simone Borri, pronti ad assicurare innanzitutto che “nessun pagamento sarà richiesto al lavoratore da parte delle aziende uscenti” per la mancata formalizzazione del preavviso. L’assunzione parte regolarmente da oggi anche per i lavoratori in maternità o in malattia, per cui è previsto lo stesso processo di dimissioni degli altri lavoratori dall’Ati uscente.

Su sollecitazione dei sindacati, INPS ha confermato che tutto il personale della controllata INPS Servizi Spa sarà oggetto di un piano formativo dettagliato, da svolgersi in seguito alla partenza del servizio. Dodici le sedi attualmente individuate sull’intero territorio nazionale, tutte da considerarsi meramente amministrative e temporanee. I 600 lavoratori della Network Contacts di Molfetta, che a luglio scorso hanno sollevato unitamente ai colleghi di Marcianise il problema dell’inadeguatezza delle sedi di lavoro, sono stati collocati nella sede di Casamassima.

«L’individuazione definitiva, con la conferma delle attuali o con una nuova scelta – si legge in una nota sindacale congiunta – sarà fatta successivamente alla partenza delle attività dopo un attento confronto con le OO.SS. teso a verificare tutte le esigenze e in seguito alla sottoscrizione di un Accordo di lavoro agile».

In merito alla turnistica è stato dichiarato che non sarà sempre possibile applicarla in maniera agevolata (secondo lavoro, sentenze tribunale, genitorialità, ecc) fin dalla partenza del servizio, ma che si farà di tutto per mantenerla a partire dal secondo blocco di turni (dopo 4/8 settimane).

La data di accredito dello stipendio sarà, di norma, il 27 di ogni mese, ma resta l’incognita del consolidamento orario per i lavoratori Part Time involontari e dell’ingiusta riduzione salariale legata all’azzeramento degli scatti di anzianità e dei superminimi, su cui è stata chiesta l’apertura urgente di un tavolo sindacale di confronto. Altro tema spinoso resta quello dell’eliminazione della clausola sociale, che ha tagliato fuori oltre cento lavoratori.  

Dai vertici INPS arriva inoltre conferma dell’istituzione di una task force, di concerto con il Ministero del Lavoro, per controllare che non ci siano comportamenti irregolari nel delicato passaggio di internalizzazione.

Last modified on Mercoledì, 30 Novembre 2022 19:45

NOTIZIE PIU' LETTE

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino