Print this page

MOLFETTA. IMPORTANTI PROGETTI CINEMATOGRAFICI PER LA SCRITTRICE GABRIELLA GENISI

By Settembre 28, 2017

genisi280917Molfetta. E’ amatissima dal suo pubblico che la ama e la segue, divorando i suoi gialli, molto piacevoli nella lettura. Stiamo parlando di Gabriella Genisi, la scrittrice barese, definita il o la Montalbano in gonnella, ospite della libreria “ Il Ghigno” di Molfetta, che ha dialogato con la Professoressa Chiara Dell’Acqua.

A presentare la serata la prof.ssa Isa de Marco, coordinatrice del Festival.

Cambia lo scenario in questo ultimo libro, protagonista il nebbioso nord e tanti problemi di lavoro correlati al trasferimento a cui si aggiunge la solitudine. Fra i temi di grande attualità trattati durante la serata quello del bullismo e anche del cyber bullismo, che interessano e coinvolgono tanti giovani di oggi, vittime di compagni violenti ed intraprendenti.

Ancora una volta il fil rouge è dato dalle ricette come panzerotti e pettole, mentre si dipana il giallo che interessa l’Italia dal nord al sud. I dolci hanno fatto da sfondo goloso anche alla presentazione: con la pasta della scarcella sono state preparate dei dolci a forma di scarpa con tacco a spillo, passione della Genisi.

Inventrice del commissario Lolita Lobosco, vive tra Bari e Parigi che adora, come ha raccontato durante la conversazione.

Proprio a Parigi ha avuto l’onore di incontrare il grande Camilleri, suo idolo, e scrivere qualcosa in suo onore come rappresentante italiana del genere. Ma non basta. Il suo libro, e non ci crede ancora, diventerà, una serie tv i cui protagonisti saranno i suoi attori preferiti: Luca Zingaretti, interprete di Montalbano, e Luisa Ranieri, entrambi giudicati perfetti nel ruolo.

Con entusiasmo e un pizzico di orgoglio giustificato, in quanto non è da tutti gli scrittori innanzitutto vendere, in secondo luogo essere scelti affinché il proprio romanzo diventi fiction, ha raccontato questa nuova avventura che la vede coinvolta.

La Genisi, per quanto riguarda il bullismo, ha invitato genitori e docenti ad essere più presenti con i ragazzi e ha auspicato che il libro entri anche nelle scuole, perché il romanzo arriva in maniera più diretta, affrontando anche tematiche importanti in maniera più leggera.

Grande commozione da parte di una fan della Genisi che ha fatto un appassionato e preciso intervento, esaminando anche i precedenti lavori della scrittrice e commentandoli.

 

 

Paola Copertino

Last modified on Mercoledì, 02 Dicembre 2020 13:49