MOLFETTA. Giovane Italia commenta la questione sulla “Città Metropolitana”

bandiera Giovane ItaliaMolfetta - Riceviamo e pubblichiamo:
Città Metropolitana sì, Citta Metropolitana no? Provincia di Foggia o Provincia di Isernia? In merito alla questione che in queste ore imperversa sui quotidiani locali e sui social network, anche la Giovane Italia Molfetta intende esprimere il suo parere. È notorio che entro il 24 ottobre, tutti i comuni ricompresi all’interno della costituenda Città Metropolitana di Bari, debbano decidere se aderire o meno a tale nuovo Ente ed è impensabile che ad un Comune di 65.000 abitanti, come Molfetta, con storie tradizioni e valori che si tramandano da millenni, venga imposto di entrare a far parte di un grande contenitore di Comuni, perdendo la propria autonomia identità e cultura.

Bene ha fatto perciò il Sindaco Azzollini a dichiarare agli organi di stampa che “...sul futuro di Molfetta sarà il Consiglio Comunale, che è la massima rappresentazione democratica della Comunità, a decidere…”. Gli fa eco il Presidente della Giovane Italia Molfetta, Giacomo Piepoli, il quale sostiene che “Sarebbe un suicidio per una città modello come Molfetta, lasciarsi annettere ad una ancora imprecisata macro-struttura; ad esempio non è proponibile che un bilancio virtuosissimo come quello della nostra città, venga contaminato dai problemi finanziari scaturiti dalle scellerate amministrazioni dei paesi a noi limitrofi, vedi quello di Bari città”. Ancora, sostiene Giacomo Rossiello membro del Coordinamento Provinciale del Popolo della Libertà, “Molfetta non può regredire allo status di mero Municipio della Città di Bari” e inoltre “Monti e i nostri politici hanno perso una grandissima opportunità; invece di ingarbugliare il nostro sistema burocratico/amministrativo con la creazione di nuovi enti, se davvero l’intenzione era quella di ridurre i costi, ben si poteva abolire tutte le province e i vari carrozzoni, delegando le loro residue funzioni a Comuni e/o Regioni”.

Pertanto, attendiamo fiduciosi la risposta definitiva che non arriverà prima del prossimo Consiglio Comunale, e invitiamo tutti i consiglieri comunali, di maggioranza e opposizione, a prendere una decisione che sia orientata realmente al bene della nostra città, scevra da stupidi giochini politici e di poltrone, come invece ci è sembrato di captare dalle ultime dichiarazioni di Guglielmo Minervini.

Last modified on Giovedì, 03 Dicembre 2020 10:32

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino