MOLFETTA. Tommaso Minervini candidato alle Primarie per il Parlamento

tommasominervininov2012Molfetta - Riceviamo e pubblichiamo:
L’Assemblea nazionale di Sinistra Ecologia e Libertà presieduta da Nichi Vendola, svoltasi a Roma lo scorso sabato 22 dicembre, ha ufficializzato le candidature per il Parlamento che verranno sottoposte al vaglio degli elettori mediante Primarie. A SEL Molfetta le direzioni del partito provinciale e regionale hanno richiesto l’impegno diretto di Tommaso Minervini, personalità di prestigio e rilievo all’interno del nostro gruppo, in modo da attestare l’ottimo risultato conseguito durante le primarie del 25 novembre in favore di Vendola e del secondo turno a sostegno di Bersani. Un riconoscimento importante per l’attività politica svolta in questi anni a Molfetta e che ha avuto risonanza anche al di fuori dell’ambito cittadino.

Invitiamo i nostri iscritti, simpatizzanti ed elettori che hanno partecipato alle precedenti primarie a sostenerci anche sabato 30 dicembre. Sarà possibile esprimere due preferenze uomo/donna e il contributo di 2€ per spese di organizzazione è facoltativo.

E’ indispensabile uscire dalle politiche di austerità perseguite dall’Agenda Monti, che non hanno prodotto risultati utili a far uscire il Paese dalla recessione economica, ma come attestano tutti gli indicatori ufficiali l’hanno aggravata.

In una recente intervista Vendola ha dichiarato: “coloro che hanno un’idea di taglio drastico della spesa sociale, che considerano indispensabile un progetto di svuotamento del welfare e inibiscono l’avanzamento dei diritti appartengono ad uno schieramento conservatore, liberista in economia e illiberale dal punto di vista dell’organizzazione della società. È contro l’austerità di Monti ma il primo a parlarne nel ’78 fu Berlinguer. Quella di Berlinguer aveva a che fare con la riconversione del modello di sviluppo, era una critica radicale al consumismo, alla società dell’individualismo edonistico.”

Esprimere nuovamente una preferenza in queste primarie servirà a portare in Parlamento rappresentanti autorevoli che lavoreranno alla tutela dell’istruzione pubblica, della cultura, del lavoro, dei diritti, dell’ambiente e della giustizia per offrire all’Italia la possibilità del cambiamento.

Last modified on Giovedì, 03 Dicembre 2020 10:32

NOTIZIE PIU' LETTE

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino