MOLFETTA. Campionato Nazionale Open Platu 25: sabato vento assente e regate annullate

Platu25-regataMolfetta 22giu2012 1Molfetta - Dopo due giornate caratterizzate da buon vento, Eolo ha deciso di concedersi una tregua. Così, per via dell’assenza di raffiche apprezzabili, la sessione del sabato del Campionato Nazionale Open Platu 25 in corso nelle acque di Molfetta è stata inevitabilmente annullata dal comitato di regata.

Nella tarda mattinata i diciannove equipaggi in lizza hanno cominciato la prima regata ma, dopo aver effettuato appena un terzo del percorso previsto, sono stati “stoppati” dall’assoluta mancanza di vento.

Restano quindi invariate le posizioni in classifica, frutto di sei prove (con scarto della prova con il peggior piazzamento). Alla vigilia dell’ultima giornata del Campionato, il primato è appannaggio dei Campioni del Mondo e d’Italia in carica di “Euz 2 – Monella Vagabonda” (LNI Monopoli) del timoniere Sandro Montefusco, tallonati dai compagni-rivali di circolo di “Five for Fighting 3”, con Alberto La Tegola alla guida. Terzo gradino del podio provvisorio per i pescaresi di “Progema”, a seguire si attestano in graduatoria “Jerry Speed” dell’armatrice Livia Federici (LNI Bari), “Antonella II” di Tiziana D’Arcangelo (CV Gargano) e “FlashCube” (CV La Scuffia di Pescara).

Il nutrito programma di oggi prevede l’avviso di inizio regate alle ore 11.00, l’avviso di ultima regata alle 14.30 e la premiazione con relativa cerimonia di chiusura del Campionato alle 17.00. Intanto da parte degli equipaggi e degli addetti ai lavori continuano a giungere manifestazioni di apprezzamento e di consensi nei confronti degli organizzatori della Lega Navale di Molfetta coordinati da Nino Sasso, coadiuvati da Saba Di Marsico della Macramè sas.

 

Last modified on Giovedì, 03 Dicembre 2020 14:40

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino