MOLFETTA. IL DOTT. ANTONIO LAGANÀ DI REGGIO CALABRIA NUOVO GOVERNATORE DELL’AREA 8^ DEL PANATHLON, GRANDE INTERESSE PER I DOVERI DEL GENITORE NELLO SPORT E NELLA SCUOLA

Assemblea Area 5.3.2016 015MOLFETTA - Ed eccoci giunti al primo evento pubblico di questo importante anno , vissuto in anteprima con ansia e trepidazione , dal Panathlon Club di Molfetta, che in collaborazione con l’Area 8^ Puglia - Calabria - Basilicata del Distretto Italia e l’Amministrazione Comunale, si è presentato alla Città con un tema di assoluta rilevanza: la Conferenza dibattito sul tema ‘’I DOVERI del genitore nello SPORT e nella SCUOLA’’ e la Cerimonia di sottoscrizione della ‘’Carta dei doveri del genitore nello sport’’.

Già nel primo pomeriggio di sabato scorso si era svolta presso la Sala Stampa di Palazzo Giovene di Molfetta, l’Assemblea dei Panathlon Club della Puglia, Calabria e Basilicata per eleggere il nuovo Governatore che guiderà l’Area 8^ per il prossimo quadriennio 2016-2019. Dopo il ritiro di un’altra candidatura, la scelta ha indicato nel Dr. Antonio Laganà, Vice Governatore e Past Presidente del Club di Reggio Calabria, il successore dell’Avv. Oronzo Amato giunto a scadenza del suo mandato.

Nell’Aula Consiliare del Comune di Molfetta, alla presenza di un numeroso pubblico il Rag. Michele Mastropasqua, nella veste di Cerimoniere incaricato del Club ha dato l’avvio alla seduta con la presentazione degli illustri partecipanti alla Conferenza ed alla lettura della Carta del panathleta.

La parola quindi al Presidente del Club di Molfetta Dott.  Mimmo Valente , che ha doverosamente rivolto un ultimo saluto e fatto osservare un minuto di raccoglimento per i soci recentemente scomparsi, l’Ing. Francesco Giancaspro, e l’Ing. Nicola de Palma. Di seguito, un breve saluto ai partecipanti, ai soci, alle Autorità presenti, ed un particolare ringraziamento al Presidente Fondatore Dott. Antonio Giancaspro ed ai Soci Fondatori Dr. Angelantonio de Palma e Cav. Nicola di Corrado, di recente nominati Soci Onorari, e quindi ha ceduto la parola al Prof. Francesco Fischetti per il primo intervento.

Il Prof. Fischetti, Docente del Corso di laurea in Scienze Tecniche dello Sport dell’Università di Bari, nel porgere i saluti anche da parte del Magnifico Rettore dell’Università di Bari, ha precisato che proviene dal mondo dell’educazione sportiva ed attualmente si occupa di Neuroscienze presso la Facoltà dell’Università di Bari. La sua principale occupazione è quella di formare i tecnici per le varie discipline sportive, segue le problematiche della salute psicofisica degli atleti,  e le tematiche connesse alla comunicazione e relazione con le famiglie degli atleti. Indica nella corretta educazione dei genitori,  il loro ruolo fondamentale sia nella  pratica sportiva dei ragazzi che nella fase di abbandono dello sport. Stigmatizza il comportamento di taluni  genitori che incitano il proprio figliuolo o gli atleti in generale , ad atteggiamenti violenti nelle competizioni sportive, magari con frasi  tipo ‘’spezzagli le gambe’’ od altro. Necessita  indirizzare i genitori  anche ad una corretta alimentazione del proprio figliuolo,  soprattutto se  indirizzato allo Sport. C’è bisogno quindi da parte di tutti, di uno sforzo comune nel promuovere questi valori, e per questo la necessità di interfacciarsi costantemente con le famiglie, con gli ambienti sportivi ed anche con il mondo della scuola.

E’ seguita la relazione del Dott. Pierre Zappelli, Presidente del Distretto della Svizzera e Principato del Liechtenstein del Panathlon International, giunto poco prima direttamente da Ginevra con un problematico viaggio aereo per le avverse condizioni meteo.

Il Dott. Zappelli ha fatto riferimento ad un recente sondaggio fatto in Svizzera , in cui si è riscontrata che solo una piccola parte dei giovani pratica una attività sportiva, e da questo un rinnovato invito  ai vari Club del Panathlon di prestare attenzione a questo fenomeno per promuovere iniziative atte a far crescere questa numerosità.

Ha ribadito l’importanza della ‘’Carta dei diritti del ragazzo nello Sport’’ sostenuta anche dall’attuale Presidente Internazionale del Panathlon, Dott. Giacomo Santini fra cui si enuncia ‘’il diritto a non essere un campione’’.

Ma a tali diritti corrispondono dei doveri: doveri che ricadono anche sui genitori dei ragazzi sportivi, assolutamente funzionali alla loro educazione e crescita psicofisica. l genitori spesso non sono obiettivi sulle reali attitudini e spesso ne condizionano le scelte; devono evitare di indirizzare i ragazzi ad attività agonistiche troppo pesanti, devono seguirli con discrezione ed evitare pressioni psicologiche, ma tendere ad una legittima aspettativa di lealtà e correttezza nella pratica sportiva, ispirata a principi di fair-play.

Per trasmettere questo messaggio ai genitori, può essere utile coinvolgerli  in manifestazioni, incontri, dibattiti,  con il supporto di medici sportivi  e psicologi, allenatori e società sportive, e la collaborazione con  il mondo della scuola,  dirigenti e docenti scolastici. 

La parola quindi all’Avv. Oronzo Amato, che dopo l’annuncio ufficiale della fine del suo mandato quale Governatore della 8^  Area Puglia, Basilicata e Calabria, ha premiato per le attività promosse il Panathlon Club di Potenza per l’anno 2014, rappresentato dal Presidente Dott. Franco Caffarelli, ed il Panathlon Club di Lavello per l’anno 2015, in persona del Presidente Dott. Raffaello Miranda.

Un giusto riconoscimento ed encomio ha voluto tributare anche al  Club di Molfetta, per quello che ha prodotto ed ottenuto in termini di riconoscimenti, contribuendo fattivamente alla designazione anche della nostra Città quale ‘’Città Europea dello Sport per l’ anno 2016’’.

Sono iniziati quindi gli interventi dei giornalisti sul tema della serata. Per primo è stato chiamato in causa il Dott. Ludovico MALORGIO, collaboratore da Lecce del "Corriere dello Sport", già Capo Ufficio Stampa della Provincia di Lecce, collaboratore della "Gazzetta del Sud", vanta 20 anni di lavoro nella emittente privata "Tele Lecce". Presentatosi come un ’’cronista di strada’’, vissuto a diretto contatto con gli sportivi, ha sinteticamente ribadito l’importanza dello sport per la crescita psicofisica del bambino – ragazzo, e raccomandato ai genitori di valutare ed indirizzare i propri figli a praticare lo sport per le loro attitudini e passioni, piuttosto che quelle personali, e di non esercitare sugli stessi eccessive pressioni psicologiche, che possono far perdere le giuste motivazioni e l’ autostima nel ragazzo; lo sport deve essere soprattutto divertimento.

A seguire è intervenuta la Dott.ssa  Antonella INCISO, Redattrice de "La Gazzetta del Mezzogiorno", redazione Basilicata, per i settori della politica e delle politiche regionali, collaboratrice di Radio Rai 1 nella trasmissione "La bellezza contro la mafia", Presidente dei Probiviri nell'Associazione della Stampa di Basilicata, delegata dell'ottava area del Panathlon per il settore "Donne e Sport". Dopo aver portato il saluto del Presidente della Regione Basilicata, socio onorario del Panathlon Club di Potenza, ha riferito che il Club di Potenza ha sottoscritto un protocollo con il Comune della propria Città e con la Regione per verificare all’interno delle Associazioni sportive  la corretta applicazione dei comportamenti  nella pratica sportiva, l‘utilizzo del linguaggio, i possibili atteggiamenti razzisti  e non per ultimo il possibile uso di sostanze dopanti.

Poi è toccato intervenire al Dott. Tonino Raffa, Giornalista Rai, per 30 anni una delle voci di "Tutto il calcio minuto per minuto", ha seguito 6 campionati del mondo di calcio, 6 olimpiadi, 3 campionati europei di calcio, da sempre impegnato alla ricerca dei valori ed ideali dello Sport. Ha voluto ricordare la  bellissima e commovente  inaugurazione delle Olimpiadi di Atene nel 2004, con l’Inno Olimpionico intonato da una rappresentanza di bambini delle Nazioni partecipanti. Un altro episodio emblematico che ha ricordato, è quello  del compianto e vulcanico Presidente dell’Ascoli Calcio Costantino Rozzi, che fece esporre nello Stadio durante  una partita di calcio della propria squadra un cartello che invitava i  tifosi al rispetto dell’arbitro e dell’avversario perché senza di essi non ci sarebbero nè partita nè spettacolo. Inoltre ha indicato i contenuti della Carta dei Doveri dei Genitori nello Sport, come un momento formativo e di riflessione: i genitori spesso dimenticano i reali significati, i valori e d i principi etici dell’attività sportiva dei propri ragazzi.

Infine, l’intervento del Dott. Michele Pisani, Giornalista Rai - TGR Puglia, docente di linguaggio televisivo del master post lauream dell'Università degli Studi di Bari. Ha ricordato una emblematica frase del famoso calciatore del Torino, Paolino Pulici  ‘’Sogno di allenare una squadra di orfani’’, questo per far capire quali ingerenze doveva subire da alcuni genitori di ragazzi che allenava. Ha  tratto alcuni cenni,  spunti e riflessioni raccolte da libri scritti da importanti atleti, quali il tennista Andrea Agassi con il libro ‘’OPEN’’ , ed il pugile Mark Tyson in ‘’TRUE’’, libri  in cui raccontano la loro storia sportiva, la passione, l’amore e l’odio per lo sport da loro praticato. Ha concluso con una citazione di Eduardo Galeano ‘’Se volete far felice un bambino, dategli una palla e fatelo giocare’’.

A conclusione degli interventi, il Presidente del Club Panathlon di Molfetta Dott. Mimmo Valente ha quindi invitato l’Assessore allo Sport, il Comandante Tommaso Spadavecchia, in rappresentanza del Comune di Molfetta, alla sottoscrizione della ‘’Carta dei doveri del genitore nello sport’’, atto formale che impegna il Comune di Molfetta a promuovere e diffondere la Carta nei luoghi e con i mezzi più opportuni, alla cittadinanza, alle varie Associazioni e Società sportive, ancorchè nelle palestre e nelle scuole.

Valente, dopo aver salutato il Dott. Eugenio Abbattista, arbitro di Serie A di Calcio, insignito dal Club con il Premio Giosuè Poli, ha invitato a porgere un saluto il Dott. Livio Valvano, Sindaco di Melfi, che, dopo i saluti di rito, ha richiamato il forte legame semantico e storico esistente tra le città di Molfetta - Melfi - Amalfi ed ha invitato il movimento sportivo ad affiancare l’Assessore Comunale nella realizzazione degli impegni assunti con la sottoscrizione della Carta.

Per ultimo è intervenuto l’ Avv. Amato, che ha annunciato la conclusione del suo mandato ed ha presentato il nuovo Governatore dell’Area 8 ^ Dott. Antonio Laganà di Reggio Calabria. Ha ringraziato tutti i partecipanti, tutti i Presidenti ed i soci dei Club giunti della ottava Area, le Amministrazioni comunali dell’ultimo quadriennio che, senza alcuna distinzione di colore, hanno riconosciuto il ruolo del Panathlon nel contesto locale. Infine, ha auspicato l’elezione del Dott. Zappelli, candidato ad Anversa nel prossimo mese di maggio, alla Presidenza Internazionale del Panathlon, così come pure ha auspicato che sia coronata dal successo la sua personale candidatura a Consigliere Internazionale del Panathlon, sostenuta da tutti i Club dell’Area 8^.

In chiusura il Presidente Valente ha dato il via alle premiazioni ed, insieme al Presidente Zappelli ed al Governatore Amato, alla consegna delle targhe realizzate dall’Area e dei guidoncini del Club di Molfetta ai Presidenti dei Club, ai Componenti del Consiglio Direttivo dell’Area, ai giornalisti.

Poi il Presidente Zappelli ha consegnato al Panathlon Club Molfetta in persona del Presidente Valente la Targa assegnata dalla Fondazione Domenico Chiesa, organizzatrice del XIII Concorso Internazionale di arti grafiche, in segno di riconoscimento per la partecipazione del Club e per il 2° posto conseguito da due alunni dell’I.C. Azzollini - Giaquinto di Molfetta.

A ricordo della Conferenza, è seguita la consegna di una targa e del guidoncino sociale al Prof. Fischetti, mentre per ultimo, a nome di tutti i Presidenti dell’Area, il Governatore Amato ha consegnato al Presidente Zappelli un quadro, realizzato dal pittore molfettese Angelo Lamorgese, in cui è rappresentato in forma tridimensionale un albero d’ulivo, simbolo della nostra terra.

Infine, il Presidente Valente ha ringraziato tutti per la partecipazione e con il rintocco della campana ha concluso la conferenza dando a tutti l’arrivederci alla prossima occasione.

Last modified on Giovedì, 03 Dicembre 2020 14:47

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino