MOLFETTA. “Parcheggia dove vuoi tanto a Molfetta si può...”: la denuncia di un lettore

divieto di sosta segnaleMolfetta - Un nostro lettore indignato ci scrive per raccontare quello che ogni sera si verifica nei pressi della villa comunale: "Abito nei pressi della villa comunale e ho notato che ogni sera le autovetture possono regolarmente parcheggiare ovunque, persino sul lato villa nei tratti in cui vige la segnaletica di divieto di sosta e di fermata. Per chi non conoscesse il codice della strada il divieto di sosta e fermata impedisce di potersi fermare anche per un solo secondo."

In effetti il codice della strada afferma che il divieto di fermata serve ad indicare tutti quei luoghi dove è vietata la sosta e la fermata e qualsiasi momentaneo arresto volontario del veicolo.

"Eppure -prosegue l'autore della segnalazione- a Molfetta tutto questo è possibile. Gli automobilisti parcheggiano le autovetture ovunque lungo tutto il marciapiede che costeggia la villa comunale, fregandosene della segnaletica lì dove è presente e persino delle strisce pedonali che dovrebbero servire per tutti i pedoni e soprattutto per le famiglie con bambini che, per recarsi o andar via dalla villa, in qualche modo devono pur attraversare la strada.

Chi parcheggia nei tratti di divieto e sulle strisce pedonali è doppiamente furbo in quanto oltre alla multa che non prende, non paga neanche il grattino dato che, ovviamente, non ci sono le strisce blu su questi tratti.

La domanda nasce spontanea: dove sono i vigili che dovrebbero multare tutti questi automobilisti?

Stiamo parlando delle ore 21.00, non delle ore 23.00 o 24.00. Se non erro i vigili urbani alle 21.00 sono ancora in servizio. O sbaglio?

Grazie per la possibilità di dar voce a chi come me spera di vivere un giorno in una città civile e soprattutto rispettosa delle regole."

Last modified on Mercoledì, 02 Dicembre 2020 13:00

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino