MOLFETTA. "Rotto grosso tombino di ghisa in piazza Municipio: grazie Maestro Piovani!", la denuncia di un lettore

tombino piovani 4Molfetta - Venerdì 8 giugno, nell'ambito del progetto "Futur@", si è tenuto in piazza Municipio, a Molfetta, il concerto del Maestro Nicola Piovani. Di seguito pubblichiamo l'e-mail scritta da un nostro lettore per dire le proprie considerazioni sulla cattiva organizzazione tecnica di tale concerto che ha anche provocato un danno ad un tombino della piazza:
"Ecco un piccolo regalo che l’organizzazione dell’evento ha lasciato alla città. Chi valuta dove far svolgere un concerto a Molfetta?

Chi decide che questo si svolga a Molfetta, tiene conto che: l’ingresso di TIR in Piazza Municipio è una cosa che mette a rischio il basolato, la tenuta statica della piazza (cosa ci sarà sotto, vedi piazzetta Giovene) e potenziali pericolo per cittadini e spettatori di apertura di improvvise voragini?

tombino piovani 1

Io stesso ho una autovettura dal peso di 2,5 tonnellate, quindi abbastanza pesante, e ho parcheggiato spesso su quel tombino, che è molto grosso e robusto. Secondo voi quale può essere il peso del TIR che è riuscito a romperlo, magari con solo una porzione del proprio peso totale, che si va a ripartire su assi e ruote?

Il Maestro Piovani (ah se qualcuno avesse avuto rispetto e considerazione almeno per lui, se non per i tanti cittadini e spettatori) si è goduto lo spettacolo del “culo” del TIR davanti a sé per tutta la durata del concerto. Ma quale mezzo cervello ha permesso che rimanesse in piazza terminato l’allestimento del palco?

tombino piovani 2

E vogliamo parlare del secondo camion con il gruppo elettrogeno piazzato davanti ad una attività commerciale che è rimasta coperta ed “affumicata” per ore? Il fumo e l’odore della combustione hanno allietato anche il pubblico, gli avventori del vicino ristorante, del pub, del caffè e della gelateria. Anche qui il mezzo cervello che ha disposto questa sistemazione, non poteva rifarsi alla festa patronale, quando il camion generatore viene piazzato sul Lungomare?

Chi pagherà il tombino? Soldi nostri, naturalmente, o l’organizzazione del concerto ha una assicurazione per la responsabilità civile?

tombino piovani 3

Mi angoscia pensare ai mezzi cervelli che gestiscono e dispongono delle risorse economiche e umane della nostra città; possibile che siamo ridotti così male? Faccio sempre questi ragionamenti facendo un parallelo a come avrei gestito le cose nella mia azienda o nella mia famiglia. La risposta è sempre quella: quando si gestisce la cosa pubblica, si gestiscono risorse di tutti, quindi “figlie di nessuno”; ed aspettarsi che questa cosa venga fatta saggiamente è pura utopia, non siamo mica a Reggio Emilia!

Peccato che io non possa additare per i miei errori e sprechi, nella mia famiglia o nella mia azienda, quelli che erano in carica prima di me, oppure fregarmene perché scaricherò le mie inefficienze su quelli che saranno in carica dopo di me. Ho sbagliato tutto, dovevo aprirmi una rivendita ambulante di frutta e verdura, oggi mi godrei il mio bel gazebo a 2 soldi!
 
Grazie dell’attenzione."

Last modified on Mercoledì, 02 Dicembre 2020 13:00

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino