MOLFETTA. Riflessioni sull'educatore del XXI secolo a partire dall’esperienza di Chiara Lubich

chiara lubich2Molfetta - Sarà questo il tema dell’ Incontro Culturale che si svolgerà giovedì 7 marzo alle 17.30 nella sala Finocchiaro di Molfetta, nel V anniversario della scomparsa di Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari. “Di fronte alla diffusa emergenza educativa l’esperienza della Lubich può essere considerata una risposta che tende a mettere in relazione tutte le componenti del mondo dell’educazione valorizzando il ruolo della persona e ponendola al centro dei processi formativi.

Questo paradigma pedagogico si pone l’obiettivo di ricomporre le fratture tra giovani e adulti, tra appartenenze culturali e religiose, tra persone e istituzioni nell’ottica di recuperare una nuova unità spirituale e sociale”.

Dopo i saluti della prof.ssa Annetta La Candia dell’Associazione ANEB e del prof. Antonio Scarale del Movimento Umanità Nuova, il programma prevede una testimonianza sulla figura della Lubich, genio femminile per l’unità e la relazione sul tema: “Essere educatori, coraggio di una presenza”, del prof. Michele De Beni, pedagogista e psicoterapeuta, Centro Studi Interculturali, Università di Verona.

“Non lasciateci soli“ sembrano dire i ragazzi ai loro genitori, ai loro insegnanti, ai loro formatori.

Intorno a questo grido verteranno gli interventi di docenti ed educatori.

L’incontro culturale è rivolto a tutta la cittadinanza, in particolare docenti, studenti, genitori, alle associazioni culturali e a quanti interessati.

Last modified on Giovedì, 03 Dicembre 2020 21:15

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino