Redazione_Online

Redazione_Online

Molfetta. L'inaugurazione si terrà il 17 settembre. La sala medica sarà dedicata alla memoria del dott. Enrico Pansini cardiologo e medico di famiglia scomparso per Covid 

molfettavis310822A poco più di un anno dall’inaugurazione della nuova sede sita nell’ex palazzo della Polizia Municipale in Piazza Vittorio Emanuele II, nei storici locali che un tempo ospitavano la Pretura, l’Avis Molfetta si accinge a dar vita ad un nuovo spazio adeguatamente attrezzato in cui offrire alle donatrici e donatori avisini “in tempo reale” prestazioni di telecardiologia a distanza.

In particolare trattasi di un servizio di elettrocardiografia che rientra nel diritto del donatore abituale di ricevere oltre ai consueti esami del sangue, almeno una volta l’anno, una visita cardiologica con elettrocardiogramma e ad una radiografia al torace.

Tutto ciò è stato reso possibile anche grazie alla partecipazione di alcune aziende come Bolzoni S.p.A e Coop. Allenza 3.0, alla collaborazione del S.E.R. Molfetta e dell’Infermiera specializzata nonché donatrice de Trizio Elisabetta.

L’inaugurazione della sala medica all’interno della sede di Avis Molfetta avrà luogo sabato 17 settembre ore 18 con una cerimonia ufficiale presieduta dalle autorità. Si tratta di un evento storico che contribuisce a sottolineare l’impegno di Avis Molfetta sul territorio e nel sociale.

L’atto di donare il sangue è sempre importante, ma nell’ultimo periodo ha assunto contorni ancora più rilevanti, visto lo stato di emergenza in molti ospedali pugliesi tanto da sospendere gli interventi programmati.

Un grosso problema che si ripresenta ogni estate: quando si dona meno e c’è più bisogno di sangue. Molfetta in tal senso si è particolarmente differenziata grazie al lavoro di chiamata svolto dall’AVIS e dalle altre associazioni cittadine.

«Inaugurare questo ulteriore servizio – è il commento del Presidente di Avis Molfetta Giacomo Giancaspro - significa potenziare ulteriormente la fidelizzazione dei donatori in un’ottica di tutela del diritto alla salute e quindi di autosufficienza di sangue e plasma derivati».

Servizio di tele cardiologia, ma non solo. E’, infatti, intenzione del Consiglio, nell’ambito del progetto Cibo, Donazione e salute, già in funzione da diversi anni, attivare uno sportello pubblico di counseling motivazionale nutrizionale per educare, giovani e meno giovani, donatori e non donatori, ai cambiamenti degli stili di vita e quindi alla buona alimentazione e ai corretti stili di vita.

A questo si aggiungerà uno sportello di consulenza psicologica per malati oncologici e non, che permetta a tutti coloro che sono coinvolti nella malattia di affrontare con l’aiuto di uno specialista le numerose difficoltà che si incontreranno.

«L’obiettivo è quello di offrire alla città e alle sue donatrici e donatori un contributo qualificato e professionale – ha proseguito Giancaspro - in quanto con la loro silenziosa, anonima, volontaria, periodica, non remunerata, e consapevole partecipazione, garantiscono il raggiungimento dell’autosufficienza di sangue e dei suoi derivati».

Il Consiglio Direttivo ha ritenuto di dedicare la sala al compianto dott. Enrico Pansini cardiologo e medico di famiglia prematuramente scomparso a causa del coronavirus.

«Enrico Pansini era un amico, un professionista, un uomo sempre pronto e disponibile con tutti. A tutti dispensava consigli e sorrisi – ha ribadito Giancomo Giacaspro - Un artigiano dell’umanesimo integrale capace sempre di parlare al cuore dei suoi amici, dei suoi pazienti, delle persone che incontrava.

Un medico che ancor prima di offrire risposte, anteponeva l’uomo con le sue competenze e passione per il proprio lavoro. Siamo certi che i suoi insegnamenti nel prendersi cura dell’altro che ci sta accanto “a km zero e a zero interessi”, possa essere d’esempio per tanti donatori e donatrici con l’unico interesse di favorire il bene per far del bene».

Molfetta. La gara alla sua XVI edizione è organizzata dall'associazione sportiva Asd Free Runners Molfetta e si disputerà domenica 9 ottobre

molfettarunners310822Se la CorriMolfetta 2021 era stata quella della ripartenza, dopo lo stop forzato del 2020 causa pandemia, la nuova edizione della classica competizione podistica cittadina promette di essere all’insegna della continuità.

Grazie a una normalità finalmente ritrovata quasi del tutto, a una maggiore serenità nel poter svolgere sport di massa e soprattutto per la volontà di rafforzare ulteriormente il legame tra i molfettesi e lo splendido sport della corsa.

L’evento, giunto alla sua sedicesima edizione, sarà valido anche quest’anno come gara nazionale FIDAL sulla distanza di 10 km.

La competizione si svolgerà lungo un percorso omologato interamente urbano con partenza come di consueto alle ore 9:30 da Corso Dante Alighieri. La manifestazione figurerà anche come VII Memorial Giulio Minervini.

La partecipazione è riservata ai tesserati FIDAL ed ai possessori di Run Card, mentre per i liberi sarà possibile la partecipazione alla non competitiva "Molfetta Run" su un percorso urbano di 5 km ma con facoltà di correre anche il percorso integrale, pur risultando fuori classifica.

Le iscrizioni per gli atleti FIDAL dovranno essere effettuate esclusivamente con la procedura on-line, accedendo al sito https://www.icron.it, entro e non oltre le ore 24 di giovedì 6 ottobre 2022. Non sarà consentito in nessun caso effettuare iscrizioni, cancellazioni e sostituzioni la mattina della gara.

La Società sportiva iscritta ritirerà i pettorali unicamente con un rappresentante delegato. Con l'iscrizione alla gara, i partecipanti FIDAL dichiarano di essere in regola con le disposizioni di legge relative alla certificazione medica per l'attività agonistica.

Il percorso sarà controllato dai giudici FIDAL, dalle forze dell'ordine, associazioni e gruppi di volontariato e sarà inoltre assicurata l'assistenza medica durante tutta la manifestazione con presenza di ambulanze di soccorso.

Sabato 8 ottobre sarà previsto invece anche un evento per i più piccoli con la Corsa in gioco riservata ai bambini in età scolare e che andrà in scena alla pista di atletica "Mario Saverio Cozzoli" a partire dalle ore 18. Il percorso sarà di 450m per i bambini di 1^-2^-3^ elementare e di 600m per quelli di 4^-5^ e sarà preceduto da attività ludiche e di animazione con il Patrocinio dell'Amministrazione Comunale.

I liberi della non competitiva "Molfetta Run" possono iscriversi sia tramite il sito della società sia presso la sede in via Tenente Bufi 12 nei giorni comunicati sui canali ufficiali della Free Runners Molfetta. Noi abbiamo tanta voglia di rivedere quel fiume colorato che un anno fa ha portato più di 1.200 atleti, amatoriali e non, per le vie della nostra città. Questa volta vogliamo superarci e creare ancora più movimento per un’altra bellissima domenica di sport.

Molfetta. Durante il dibattito si approfondiranno problematiche e opportunità connesse al lavoro marittimo

molfettapopologranchio310822Si può ancora vivere di Mare?” - prospettive del lavoro marittimo. Questo il cruciale interrogativo dal quale prende il titolo il prossimo evento organizzato dall’Associazione “Il Popolo Granchio”, insieme alla UIL Trasporti della Puglia.

Venerdì 2 settembre 2022 - alle ore 18 - la Onlus pugliese promuoverà infatti un convegno con l’intento di realizzare un dibattito pubblico sulle future prospettive del lavoro marittimo e della pesca.

Il nostro Paese ha un antico rapporto con il mare e i suoi mestieri e da esso ha tratto energia per il suo sviluppo e la sua crescita. Generazioni intere hanno vissuto le esperienze e le fatiche del navigare, consentendo allo stesso tempo la crescita economica, culturale e sociale della comunità intera.

Oggi, questo rapporto ancestrale sembra assumere colori più sbiaditi, e da qui nasce l’esigenza di un momento di riflessione tra tutti gli addetti ai lavori allo scopo di indagare quale futuro attende il lavoro e i lavoratori del mare.

Il dibattito, che avrà luogo a Molfetta nella splendida cornice dell'area antistante il Duomo, fronte al Mare - porto, sarà dunque una preziosa occasione per approfondire problematiche e opportunità connesse al lavoro marittimo e a tutti gli stakeholder del settore, come rimarca il Presidente de “Il Popolo Granchio”, Leo Murolo il quale sottolinea che: «ci rivolgeremo ai giovani e, più in generale, a tutti gli attori interessati a questo mercato del lavoro, ai decisori istituzionali, mondo della formazione e agli imprenditori del mare e non. Un momento di discussione che tratterà anche del lavoro della pesca a noi tanto caro ed oggi in seria difficoltà». 

Ricco il parterre di relatori che prenderanno parte all’evento; interverranno infatti:

Prof. Ugo Patroni Griffi, Presidente Autorità di Sistema Portuale del Basso Adriatico (M.A.M.)

Prof.ssa Angela Bergantino, Docente di Logistica UNIBA e Direzione ENAC

Dott. Leonardo Piliego, Direttore HR e Relazioni lndustriali, Educational Confitarma

Dott. Marcello Pica, Direttore HR Marine Department Grimaldi Group

Dott. Francesco Paolicelli, Presidente lV Comm.ne Sviluppo Economico Regione Puglia

Dott. Pietro Spagnoletti, Direttore Regionale Coldiretti Pesca

CdM Giuseppe Raguseo, Segretario Regionale UIL Trasporti Sez. Marittimi

Com.te Simone Quaranta, Direttore Centro Formazione Marittima Thesi

Modera Dott. Lino Renna

La cittadinanza è invitata a prendere parte all’evento.

Molfetta. La giocatrice barese sarà da subito impegnata nella preparazione della stagione che partirà il 6 settembre

molfettanoxdefilippis310822È un ritorno fortemente voluto quello di Federica de Filippis alla Nox Molfetta: la giocatrice barese, infatti, indosserà di nuovo la maglia biancorossa dopo la breve parentesi nella stagione 2019/2020, poi bruscamente interrotta a causa della pandemia e del lockdown.

Nonostante sia una classe '99, de Filippis è già una giocatrice affermata nel panorama pugliese del futsal ma anche del calcio a 11 dove ha disputato le ultime stagioni, in forza al Fesca Bari dopo l'esperienza in Serie A2 nella Femminile Molfetta.

De Filippis ritrova una Nox completamente diversa rispetto a quella conosciuta: dalla serie, e cioè l'A2, fino allo staff tecnico e dirigenziale.
Tuttavia, l'ambientamento non sarà difficile visto che in maglia biancorossa de Filippis avrà modo di giocare con sue ex compagne di squadra e sarà nuovamente accolta dal PalaFiorentini che già due anni fa si innamorò del suo estro e dei suoi gol.

Determinante la presenza in panchina di Alessandra de Bari, attuale guida tecnica della Nox ed ex compagna di squadra. «Tornare a giocare sul parquet è sempre un'emozione, soprattutto quando lo si fa in un ambiente che in qualche modo ricorda una "famiglia allargata".

Io, Alessandra, e alcune mie compagne di squadra abbiamo sempre idealizzato questo momento, cioè quello di dar vita a un progetto in cui fossimo tutte protagoniste, ognuna con i propri ruoli. Forse è proprio questo il motivo che mi ha spinta a tornare qui a Molfetta: rendere un po' più concreti quelli che sono sempre stati i nostri sogni qualche anno fa sempre in questa città», ha spiegato De Filippis.

Foto: Cosimo de Pinto

Molfetta. Con un giro in barca nel cuore vitale della nostra città si è conclusa la IV edizione di Molfetta City Lab. Laboratori itineranti a cura dell'associazione archeologico culturale Antiqua Mater

molfettacitylabC300822

Dopo quattro appuntamenti è giunta al termine la rassegna Molfetta City Lab – Dalle radici al cuoreI colori brillanti del cielo e del mare e il riverbero della luce sulla pietra bianca della nostra città hanno abbracciato i piccoli partecipanti di “Luci dal mare”: con entusiasmo a bordo di una imbarcazione da diporto hanno goduto di Molfetta, questa volta dal mare.

Un punto di vista diverso, inedito, che ha permesso loro di avvicinarsi al Faro, al Duomo, ai Cantieri navali, osservare le boe in mare, i fanali e i pesci che accompagnavano la barca, dondolati dolcemente dalle acque sicure del porto prima, e poi, durante l’attività laboratoriale, con lo stupore del prodigio negli occhi, di illuminare magicamente il loro individuale waterfront, ospitati in un grazioso angolo messo a disposizione dalla Lega Navale.

L’appuntamento conclusivo ha coronato un percorso di quattro tappe che ha portato i bambini nel cuore vitale di Molfetta - il porto appunto- partendo dalle radici, il Pulo: attraverso un itinerario di conoscenza della città e dei suoi luoghi d’interesse, fatto di racconti ancestrali e letture con immagini vivide ed eloquenti, scelte con cura e sapienza, e attività laboratoriali molto originali e particolarmente apprezzate, l’entusiasmo dei bambini e i loro apprendimenti si sono concretizzati nella creatività e nella manualità.

Grazie al Comune che ha finanziato il progetto e lo ha inserito nel programma dell’Estate molfettese 2022, Antiqua Mater, attraverso il contributo delle esperte Valeria Fontana, presidente dell’associazione e Rosanna Salvemini, ha potuto accompagnare alla scoperta dei beni culturali della nostra città non soltanto i concittadini, ma anche quanti in vacanza sul nostro territorio hanno trovato in questo percorso, la possibilità di trascorrere piacevoli pomeriggi tra arte, archeologia, natura, storia e grandi libri.

Molfetta. Sulla riva limacciosa di un fiume in una notte di luna piena nasce dal fango la ninfa Dafne

molfettacorridafne300822Con lo spettacolo Corri Dafne!, volge al termine la rassegna Sotto il cielo dei miti – Teatro tra archeologia e contemporaneo, promossa da Teatrermitage con il sostegno del Comune di Molfetta.

Corri Dafne! è una coproduzione Tessuto Corporeo/Factory Compagnia Transadriatica, di e con Ilaria Carlucci e la regia di Alberto Cacopardi.

Lo spettacolo vincitore del festival Voci dell'anima 2019 e del Premio Confine Corpo Creature Ribelli, va a chiudere la rassegna iniziata lo scorso 25 agosto.

Una storia antica, tratta dalle Metamorfosi di Ovidio, narrata con leggerezza e con nient'altro che un corpo e una voce.

In riva a un fiume, in una notte di luna piena, nasce dal fango una ninfa. Leggera, curiosa, spettinata. È Dafne che nuota, rotola, si arrampica, respirando al ritmo degli animali del bosco. 

Apollo, il più bello fra tutti gli dèi, si innamora di lei che, smarrita, impreparata, vuole correre via, per restare libera.

Lo spettacolo gioca con la materia del mito e con i fili invisibili che muovono le vite di tutti, alla ricerca della sottile linea di confine tra l’amore per l’altro e l’amore per sé. Spettacolo vincitore del festival Voci dell’anima 2019 e del Premio Confine Corpo Creature Ribelli.

Ingresso ore 20, inizio spettacolo ore 20.30.

La rassegna propone inoltre nelle giornate di spettacolo le incursioni archeologiche, itinerari alla scoperta della bellezza dei luoghi, con visite guidate gratuite al sito neolitico del Pulo ed al Museo Archeologico con prenotazione all’Info Point Molfetta. Programma, modalità di partecipazione agli spettacoli e alle visite guidate sono disponibili sul sito www.spaziolearti.it

Info: Teatrermitage/SPAZIOleARTI - tel. 340.8643487 mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Molfetta. Dopo lo staff tecnico e dirigenziale il presidente de Giglio ha definito il gruppo di lavoro che curerà la comunicazione

molfettaaquilemedia300822Prosegue il percorso di avvicinamento alla prima gara ufficiale delle Aquile Molfetta, pertanto, dopo lo staff tecnico e dirigenziale, il presidente Donato de Giglio ed i vertici dirigenziali hanno definito quello che sarà il gruppo di lavoro che curerà la comunicazione per la stagione 2022/23.

Avvicinare sempre di più i tifosi al futsal molfettese, veder crescere piccoli talenti tramite la scuola calcio e rendere tutto trasparente e professionale è uno degli obiettivi della prossima stagione.

L’ufficio stampa e la gestione dei social network saranno curati da Domenico Introna: responsabile della comunicazione per il sesto anno consecutivo. Isabella De Stefano sarà la nuova fotografa ufficiale e curerà anche la parte grafica del club.

Riccardo Sgherza, storico dirigente, confermatissimo come speaker ufficiale delle nostre partite casalinghe e rivestirà anche il ruolo da responsabile della tifoseria organizzata “sestoincampo” fondata dal mitico Vincenzo de Giglio.

La novità assoluta sarà il merchandising, in cui sarà possibile acquistare l'abbigliamento ufficiale dei nostri atleti, gestito da Ornella Amato, Tiziana Liuzzo e Oriana Iacono.
Si tratta di uno staff qualificato che contribuirà a far vivere a pieno i momenti entusiasmanti della stagione 2022/2023 delle Aquile Molfetta.



Molfetta. Il ricavato sarà destinato alla ristrutturazione dell'auditorium Don Bosco

molfettafestivaloratoriano290822Si può dire sia ormai un evento atteso. Da 17 anni un momento topico della comunità salesiana. Quest’anno, poi, si arricchisce di una finalità di riqualificazione culturale niente affatto banale. Il Festival della canzone oratoriana è pronto ad alzare il sipario.

Domenica 4 settembre la kermesse canora organizzata dal Cinecircolo giovanile socioculturale Don Tonino Bello promette di strappare applausi e lanciare un messaggio: si può fare musica, arte, cultura, anche partendo dal basso, purché si punti all’alto.

E non stupisce allora che si vada verso il sold out. Pochi biglietti ancora disponibili, tanta voglia di esserci. Anche perché il fine è nobile.

L’evento avrà luogo all’Anfiteatro di ponente a partire dalle ore 19, ma l’obiettivo è raccogliere fondi per contribuire alla ristrutturazione dell’auditorium Don Bosco, uno dei pochi contenitori culturali della città, ma necessitante di interventi di riqualificazione importanti e onerosi.

Il Cgs, come sempre, ci mette il suo impegno. Saranno 14 i cantanti che si esibiranno, sostenuti da un’orchestra composta da professionisti, e dinanzi a un parterre di giurati selezionati tra esperti di musica e giornalisti locali.

Ogni giovane cantante ci metterà cuore e passione, anche per onorare la memoria di Giovanni Sallustio, ragazzo oratoriano amante della musica e scomparso prematuramente per un incidente stradale nel 2017.

«Siamo emozionati ma anche desiderosi di proporre un evento che sappia far emozionare – raccontano gli organizzatori del Cgs – I ragazzi che si esibiranno sono giovani e talentuosi, ma soprattutto ci stanno mettendo impegno e dedizione, con prove su prove che hanno consentito loro di crescere ogni volta di più.

Ci tenevamo a riproporre il festival, che nel corso degli anni è diventato un must. E poi, avendo a cuore le sorti dell’auditorium Don Bosco, non potevamo che moltiplicare l’impegno.

Vogliamo torni a essere un luogo di riferimento per tutti gli amanti dello spettacolo, della cultura e della musica».

Per informazioni sull’acquisto dei biglietti, chiamare al numero 3456084173.

Molfetta. Con la vittoria del derby giocato domenica 28 agosto la Molfetta Calcio accede al secondo turno della competizione di Serie D

molfettacalcio280822Molfetta 2, Bitonto 0. Con questo risultato e con il pubblico in festa il Molfetta Calcio si è aggiudicato il derby di Coppa Italia di Serie D contro il Bitonto.

Nella prima gara ufficiale che si è svolta la scorsa domenica, presso il Paolo Poli, la doppietta dell'attaccante Coratella, ha fatto volare il Molfetta. Eliminati i neroverdi, la squadra molfettese accederà al secondo turno della competizione.

Dopo il fischio d'inizio la prima chance è a favore del Bitonto che attacca con Palazzo, prontamente stoppato dalla difesa biancorossa. Al nono minuto di gioco, l'occasione arriva per il Molfetta con il tiro dalla lunga distanza del Capitano biancorosso Manzo che finisce fuori campo. Al 17° il Bitonto va vicino al vantaggio con Mariani, ma il risultato rimane fermo sullo zero a zero.

Al 30°minuto, giunge il gol del Molfetta. Servito in area rasoterra dalla sinistra, Coratella controlla ed esegue una buona conclusione che trafigge Figliola per 1- 0 in favore del Molfetta Calcio.

Al secondo tempo il Bitonto prova a pareggiare, ma il tiro di Figliola viene respinto. Poi al minuto 61, un'altra azione iniziata da sinistra, trova in ottima posizione l'attaccante Coratella che con la magica doppietta porta il Molfetta 2 a 0.

Demoralizzato per la seconda rete dei biancorossi il Bitonto getta la spugna e permette al Molfetta di tentare il terzo gol con Tedesco, egregiamente respinto dagli avversari.

Dopo quattro minuti di recupero l'incontro termina a favore dei biancorossi acclamati da un Paolo Poli in festa.

Con questa vittoria i ragazzi della Molfetta Calcio hanno dimostrato di essere già in forma e pronti per l'inizio del campionato. 

Molfetta. Il commento della neo palleggiatrice: «Entusiasta di ritornare a vestire i colori della mia città»

molfettadinamo290822Nuovo importante colpo di mercato per la ASD Polisportiva CAB Dinamo Molfetta. Ad aggregarsi al gruppo squadra, ancora in fase di definizione, ci sarà anche Cristina d’Agostino. Per il team del coach Francesco Marzocca si tratta di un innesto di esperienza oltre che di grande qualità.

Cristina d’Agostino, classe ’86, è alta 175 centimetri. Ricoprirà il ruolo di palleggiatrice. Come sottolineato, la ASD Polisportiva CAB Dinamo Molfetta potrà avvalersi dell’esperienza della sua nuova palleggiatrice, cresciuta pallavolisticamente proprio a Molfetta.

D’Agostino ha esordito con la maglia della Pegaso Molfetta, indossando successivamente la maglia dell’Azzurra Volley in B2. Ha militato in serie C con l’Asem Bari e successivamente in B2 e B1 con l’Aquila Azzurra Trani.

Per citare altre esperienze, Cristina d’Agostino ha vestito anche le maglie del Potenza in B2, Corato in B1, Montella in B1, Genova in serie C, Rieti in B1 e l’ Adriatica Trani di B2. Negli ultimi due anni ha militato nel Cerignola, contribuendo nella stagione appena trascorsa alla promozione in serie B2.

Tanto entusiasmo e tanta voglia di iniziare la nuova stagione, mettendosi a disposizione della squadra. Tutto questo si evince dalle prime parole di Cristina d’Agostino. «Sono molto entusiasta di ritornare a vestire i colori della mia città dopo tanti anni passati fuori – ha affermato la neo giocatrice dell’ASD Polisportiva CAB Dinamo Molfetta - Metterò a disposizione del gruppo la mia esperienza e la determinazione che mi caratterizza in ogni cosa che faccio. Sono fiduciosa nell' anno sportivo che verrà in cui sicuramente potremmo dire la nostra».

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino