Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. La Virtus Molfetta è inserita nel girone A del campionato di Prima Categoria, prossimo alla partenza con lo start fissato per domenica 26 settembre.
Il team del presidente Spadavecchia affronterà nuovamente la Nuova Daunia Foggia e la Virtus Palese, uniche due compagini affrontate nella scorsa fugace stagione sportiva . Dalla trasferta più lontana, a Cagnano, a quelle più vicine di Ruvo e Bisceglie, gli uomini di Presutto affronteranno un girone a forti tinte daune: sono ben 7 le compagini foggiane nel girone A, tre le rappresentanti della BAT, mentre quattro, compresa la Virtus Molfetta, sono le compagini baresi.
Da nord a sud, la Virtus Molfetta sfiderà le foggiane Cagnano, Peschici, Real San Giovanni Rotondo, Nuova Daunia Foggia, Troia, Zapponeta e Stornarella. A rappresentare la BAT ci saranno Trinitapoli, Città di Trani e Virtus Bisceglie. Ruvese, Virtus Palese e Grumese chiudono il raggruppamento.
“E’ un girone complesso, ricco di insidie come lo è da anni ormai – è il commento di mister Attilio Presutto – Ci faremo trovare pronti. Stiamo lavorando per raggiungere gli obiettivi societari, per ritornare serenamente a fare ciò che più ci piace, ovvero giocare a calcio. Questo spirito, i valori che si respirano dobbiamo portarli da Foggia a Bari in questo difficile girone che può essere uno stimolo a fare sempre meglio, settimana dopo settimana

 

MOLFETTA. Venerdì 17 settembre, alle ore 20.30, in via Entica della Chiesa il Teatro dei Cipis metterà in scena “FISH & CIPIS sa di mare q.b.” con Giulia Petruzzella, Giancarlo Attolico e Corrado la Grasta. “FISH & CIPIS sa di mare q.b.” è un omaggio alla “gente di mare” ed ha come fulcro i temi dell’ospitalità, della convivialità, della sofferenza e della gelosia, facendo cenno alle ricette tipiche della cucina locale. È una performance che abbina cibo e piacere dell’ascolto. Un cuoco ospitale accoglie il pubblico, mentre i padroni di casa sono in ritardo con la mise en place.  Per questa cena si attendono ospiti di un certo livello. Menù rigorosamente locale. Una ricetta spicca tra tutte: la “ricetta di vita” di chi sa di mare quanto basta. Con questa performance si vuole sperimentare la forma del Teatro Urbano e, seppure di impianto semplice, lo spettacolo è curato nei minimi dettagli: dalla scelta dei costumi, all’utilizzo di oggetti di scena, dalla ricerca musicale, al disegno luci, ai posti a sedere per il pubblico. Durante la performance, inoltre, il pubblico potrà degustare alcune prelibatezze della cucina tipica. Spettacolo a numero chiuso. Prenotazione obbligatoria presso Info Point Molfetta, via Piazza, 27-29, tel 3519869433. Costo del biglietto € 10,00, necessario il Green Pass.

Lo spettacolo è sostenuto da Comune Di Molfetta, in collaborazione con Molfetta - Città dei Teatri.

 

MOLFETTA. "Cari bambini, cari ragazzi, l’apertura di un nuovo anno scolastico è sempre carica di emozioni e ricca di aspettative. Quest’anno lo è di più. Dopo tanti mesi di lontananza dalle aule, dai compagni di classe, dagli insegnanti, si torna a scuola. Siate responsabili seguendo le precauzioni anti covid. Siamo tutti convinti della necessità del ritorno alla “scuola vera”, in aula, con la presenza di insegnanti e compagni di classe. Per questo, in un momento così delicato e complicato, nel quale è davvero in gioco il futuro della nostra società, ciascuno di noi deve assumersi le proprie responsabilità: noi amministratori dobbiamo lavorare perché la scuola sia al centro; la nostra volontà è quella di continuare a sviluppare un rapporto di collaborazione con il mondo scolastico, con le diverse componenti e continuare ad investire, come stiamo facendo da oltre due anni a questa parte, nelle strutture scolastiche per rendere le “nostre” scuole sempre più adeguate e performanti. L’inizio del nuovo anno scolastico offre l’occasione per riflettere sull’importanza del ruolo della scuola nella nostra comunità. Ed è una occasione per ribadire il nostro impegno a sostenere e valorizzare il ruolo della scuola come luogo d’incontro, di studio, di relazione; come fondamentale luogo di formazione della coscienza civica dei giovani, i cittadini del futuro. A nome di tutta l’Amministrazione, voglio augurare a tutti, ai dirigenti, agli insegnanti, a tutto il personale, un buon anno scolastico.
Un augurio ai genitori, alle famiglie affinché sappiano affiancare la loro presenza e la loro insostituibile opera educativa alle attività scolastiche, collaborando con la scuola e partecipando in maniera attiva ai processi formativi. Mai come in questo periodo, chiedo alle famiglie la pazienza e la responsabilità di accompagnare i figli nei diversi momenti educativi e formativi della giornata con la consapevolezza che solo proteggendo i propri bambini e ragazzi si aiuta l’intera comunità a difendersi da questo virus che non è stato sconfitto,
Un augurio a voi studenti, affinché, con lo studio, possiate scoprire nuovi mondi che vi permettano di rivalutare il senso della memoria, dell’identità, dell’appartenenza, della solidarietà. Buon anno scolastico a tutti".

Il Sindaco
Tommaso Minervini

MOLFETTA. «Un grande motivatore statunitense, Jim Rohn, una volta ha detto che le persone intraprendenti vedono sempre il futuro nel presente. Trovano sempre un modo di trarre vantaggio da una situazione, anziché esserne ostacolati. Non aspettano che arrivino le opportunità, gli vanno incontro. Ritengo che queste sue parole rappresentino appieno ciò che è riuscito a realizzare Michele Sciancalepore». Il sindaco, Tommaso Minervini, commenta così la notizia dell’ennesimo traguardo tagliato dall’imprenditore molfettese che dopo l’idea del buffet di bomboniere, lanciata lo scorso anno, ora, a pieno titolo, entra nella ancora ristretta cerchia dei wedding designer, una nuova figura professionale che sta sempre più prendendo piede. «Persone, imprenditori come Sciancalepore – continua il Sindaco - rappresentano uno stimolo per tutti coloro che hanno voglia di incrementare la propria attività o di cominciare a muovere i primi passi nel mondo dell’imprenditoria e del lavoro».

 

MOLFETTA. Comprendere le esigenze dei giovani su un territorio, stimolarne gli interessi e le vocazioni lavorative. Sono gli obiettivi del progetto europeo “Something in common/Qualcosa in Comune”, che si terrà a Molfetta dal 17 al 21 settembre nella Cittadella degli Artisti. Cinque giornate all’insegna del confronto sull’organizzazione dell’animazione socioeducativa all’interno di una comunità cittadina. Tra gli obiettivi anche quello di gestire al meglio un ufficio “Informa giovani”, a partire da un’analisi attenta delle esigenze territoriali. Sono 16 i partner coinvolti provenienti da Italia, Albania, Spagna, Croazia, Bulgaria e Slovacchia. Dopo un’introduzione sulle politiche giovanili europee, a cura di un’educatrice lituana, i partecipanti illustreranno i propri metodi di lavoro. Al termine dell’evento, le metodologie emerse saranno raccolte in un opuscolo.

MOLFETTA. Proseguono gli appuntamenti di "ABBRACCI": una animazione leggera per tutta la famiglia, con la collaborazione del gruppo di "TERAPEUTI DELL'ABBRACCIO". Il gruppo nato dal progetto ESC (European Solidariety Corps) nato grazie alla collaborazione con l'Associazione InCo con l'intento di ro-abilitarci alle relazione sociali. Gli Appuntamenti sono  il 14/09/2021 presso il nuovo Giardino in Via Massari (nei pressi del Dog Parck) e il 15/09/2021 presso Piazza De Gasperi. E' necessaria la prenotazione. Infine un appuntamento rivolto agli Adulti il 17/09/2021 con "FISH & CIPIS sa di mare q.b.": 40 spettatori adulti e vaccinati, coraggiosi e disponibili a sedersi a tavola per degustare prodotti tipici della cucina locale e pronti ad assistere ad una performance sui generis. Per prenotazione e costi 3475758439.

Entrambi gli eventi sono sostenuti dal Comune di Molfetta in collaborazione con Molfetta - Città dei Teatri.

MOLFETTA. Cambiano gli orari e i giorni di apertura dell’hub vaccinale della pista di atletica Cozzoli in considerazione del numero esiguo di persone da vaccinare Questa settimana l’hub sarà aperto martedì e giovedì mattina dalle 9 alle 13 e il pomeriggio dalle 15 alle 17.30. Mercoledì sarà aperto solo la mattina dalle 9 alle13. Chiuso venerdì, sabato e domenica. A partire dalla prossima settimana l’hub sarà aperto il lunedì e il mercoledì dalle 9 alle 13 e il giovedì dalle 9 alle 13 e il pomeriggio anche dalle 15 alle 17.30. «E’ possibile sottoporsi a vaccinazione senza prenotazione. Il servizio – precisa il dottor Ottavio Balducci, delegato comunale per la campagna vaccinale - è garantito a sportello. Negli stessi giorni di apertura dell’hub sono garantite anche le seconde dosi già programmate. A disposizione dell’utenza ci sono vaccini Pfizer e Moderna». Al momento a Molfetta l’88 per cento della popolazione in età vaccinabile ha fatto almeno una dose di vaccino, il 76 per cento ha completato il ciclo vaccinale. «Ricordo a tutti che – commenta il Sindaco Tommaso Minervini - il vaccino, al momento, rappresenta l’unica vera arma di prevenzione che abbiamo per contrastare il covid. Faccio appello a quella parte residua di popolazione non ancora vaccinata perché, con senso civico e in piena consapevolezza, si vaccini. I dati che ci giungono dall’hub sono confortanti ma possiamo e dobbiamo fare meglio e di più. Lo dobbiamo a noi stessi, ai nostri figli».





MOLFETTA. “Ciao Italia, grazie!”. Questa l’esclamazione di uno dei tredici profughi afghani, appena sceso dal pullman dell’Esercito, giunto al casello di Molfetta alle 13 e 45. Poi il sorriso di due bambini di 4 e 5 anni, che correvano e giocavano nella loro spensieratezza dopo il breve viaggio. Ad attendere i due nuclei familiari c’erano gli operatori del Consorzio Metropolis, che segue il Servizio di accoglienza e integrazione del Comune di Molfetta, con il presidente Luigi Paparella, l’assessore ai Servizi Sociali Germana Carrieri, il dirigente del servizio Socialità Lidia De Leonardis e alcuni assistenti sociali comunali. I rifugiati sono stati quindi accompagnati in una delle strutture del consorzio per iniziare le pratiche di accoglienza, che prevedono un colloquio preliminare con i mediatori culturali per spiegare tutti i servizi forniti. Seguiranno poi un colloquio con la psicologa, l’iscrizione ai servizi sanitari, ai corsi di alfabetizzazione per gli adulti e alle classi scolastiche per i minori. "È finalmente finita - afferma il sindaco Tommaso Minervini - un'odissea per queste famiglie. Ora, inizieranno un nuovo corso nella nostra città, grazie all'aiuto di assistenti sociali e mediatori culturali, nel segno dell'integrazione e dell'accoglienza".

 

MOLFETTA. Dopo il successo della prima giornata di raccolta firme, i volontari della campagna referendaria “Liberi fino alla fine”, tornano a Molfetta per continuare a raccogliere firme per chiedere un referendum che ha lo scopo di eliminare gli ostacoli alla legalizzazione dell’eutanasia. Domenica 12 settembre, dalle ore 20.00, in Piazza Municipio i cittadini molfettesi potranno contribuire alla raccolta firme per il referendum sull'Eutanasia Legale, promosso dall'Associazione Luca Coscioni: 500 mila firme da raccogliere entro il 30 settembre. Il testo del referendum prevede una parziale abrogazione dell’art. 579 del codice penale (“omicidio del consenziente”) che impedisce la realizzazione di ciò che comunemente si intende per “eutanasia attiva”. In caso di approvazione si passerebbe dal modello del “indisponibilità alla vita” al principio della “disponibilità della vita” e dell’autodeterminazione individuale, già introdotto dalla Costituzione, ma che deve essere tradotto in pratica anche per persone che non siano dipendenti da trattamenti di sostegno vitale. Il primo banchetto molfettese ha raccolto oltre 100 firme in pochissime ore e gli attivisti sono pronti ad accogliere nuove adesioni dei residenti contribuendo alla buona riuscita della raccolta affinchè si possa difendere la dignità delle persone e il diritto di mettere un punto alle proprie sofferenze e ad una vita ormai segnata da una malattia terminale.

MOLFETTA. Domenica 12 settembre, con inizio alle 17.45, nell'ambito della valorizzazione del territorio e dell'ambiente, nel Parco naturale di Lama Martina, esibizione del gruppo "Jazz Like Us Band" e jam session condivisa. Si esibiranno Roberto Lovino al piano, Giorgio Rutigliano al basso ed Ereìs Corìn alla batteria. L’ingresso è libero e gratuito.
I suoni saranno bassi ed equilibrati nel rispetto della fauna e dell'ambiente.
Si potrà accedere da via Finocchiaro (quasi ad angolo con Via Berlinguer). Una esperienza da vivere. L’iniziativa, che si avvale del patrocinio del Comune di Molfetta, consentirà a molti di conoscere il parco di lama Martina, un parco naturale di straordinaria bellezza, presente al centro della città, avvolti nella musica.

 

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino