Redazione_Online

Redazione_Online

Molfetta. Un premio per la ASD Virtus Molfetta per il suo impegno sociale e solidale. La cerimonia di premiazione si terrà il 18 novembre presso l'aula magna del Seminario Vescovile a Molfetta

molfettavirtus091122Un risultato importante, prestigioso che avvalora i sacrifici della ASD Virtus Molfetta: la società molfettese, presieduta da Nicola Spadavecchia, il prossimo 18 novembre, presso l’aula magna del Seminario Vescovile di Molfetta, riceverà il Premio Fair Play 2022 insignito dal Panathlon Club di Molfetta. Un gol bellissimo per una società che pratica una funzione sociale importante in città.

«Oltre allo sport agonistico, essendo iscritti al campionato di Prima Categoria, abbiamo altri valori ben più importanti del mero risultato agonistico della domenica – le parole dei vertici della società molfettese – Andiamo oltre il rettangolo di gioco. I nostri atleti sanno che per noi è importante il valore della famiglia, della convivialità. Questo è ciò che, con enormi sacrifici, portiamo avanti da anni».

Assist vincenti nella vita. La Virtus Molfetta, lo scorso 30 dicembre 2021 ha donato dei completi da gioco al proprio tesserato Kalusha Sidy Sawadogo, per tutti Kalu. Il centrocampista ivoriano aveva il desiderio di “vestire” i sogni dei suoi conterranei di Abidjan. Il team biancorosso ha raccolto il materiale sportivo e ha deciso di entusiasmare i sogni di questi ragazzi abituati a giocare senza maglia, a piedi scalzi su campi polverosi. In estate la piacevole sorpresa: in un torneo, i ragazzi di Abidjan con la maglia Virtus, hanno trionfato e sollevato al cielo la coppa comunale nella capitale ivoriana con i cimeli molfettesi addosso.

Infine, da diversi anni la Virtus Molfetta partecipa al campionato di Quarta Categoria con una squadra di atleti tutti pazienti del locale Centro di salute mentale. La Quarta Categoria è un torneo nazionale di calcio a 7 riservato a calciatori e calciatrici con disabilità intellettivo-relazionale e patologie psichiatriche, promosso dalla FIGC.

L’insieme delle azioni fuori dal rettangolare di gioco hanno fatto sì che il Panathlon Club optasse per insignire la ASD Virtus Molfetta del premio Fair Play 2022. Molto più di un tricolore sul petto, una coppa al cielo.

Molfetta. Trame Contemporanee giunto alla terza settimana partirà da domani giovedì 10 novembre per concludersi domenica 13 novembre. Anche per questa settimana tutti gli eventi si svolgeranno presso la Cittadella degli Artisti

molfettatramecontemporanee091122Torna l'attesissimo appuntamento con Trame Contemporanee il primo festival di drammaturgia teatrale promosso dalla Compagnia teatrale Malalingua, con la direzione artistica di Marianna de Pinto e Marco Grossi. Il Festival, inoltre, è realizzato con il sostegno MiC - Direzione Generale Spettacolo, Regione Puglia, Comune di Molfetta, Fincons Group, il patrocinio del Comune di Bari e le partnership di Teatri di Bari, Cittadella degli Artisti, Babilonia, Arti Sinespazio 3.0 e Anomalia.

Questo terzo weekend che avrà come tema la modernità del mito, dell'arte e della storia ha come titolo I volti degli artisti da Dioniso ad Artemisia, e si prospetta ricco di appuntamenti. Si parte giovedì 10 novembre con un incontro mattutino molto interessante e con un ospite di alto profilo Antonio Calenda, noto regista teatrale.

Calenda, considerato tra i registi italiani più prolifici ha portato in scena lavori di autori classici, tra cui William Shakespeare, Carlo Goldoni, Bertolt Brecht, Samuel Beckett, Luigi Pirandello, Achille Campanile, per citarne solo alcuni, lavorando con attrici e attori del calibro di Pupella Maggio, Lina Sastri, Piera degli Esposti, Roberto HerlitzKa, Vittorio Gassman e Giorgio Albertazzi. Inoltre un posto particolare per Antonio Calenda è occupato dalla drammaturgia contemporanea che ha cercato sempre di incoraggiare tramite la produzione e l'allestimento di spettacoli di giovani attori, producendo riduzioni televisive e radiofoniche di drammi teatrali.

Per Trame Contemporanee, giovedì 10 e venerdì 11 novembre alle ore 10 il maestro Calenda si esibirà in una Lezione spettacolo dal titolo Indagine sull'Orestea, una produzione Gruppo della Creta. La lezione spettacolo sarà replicata anche sabato 12 novembre alle ore 21.

GUARDA IL PROGRAMMA

Poi il programma di giovedì prevede alle 17.30 l'appuntamento con Onda Anomala, il Talk Show di Anomalia in diretta dal Foyer del teatro. Seguirà alle 19.30 lo spettacolo Crying Animal, performance che unisce musica e danza della coreografa e danzatrice cubano-americana Jacqueline Bulnes con le musiche del compositore danese Niklas Emborg GjersøeLo spettacolo affronta il tema della liberazione femminile attraverso il desiderio di una donna di trasformarsi e rielaborare la sua identità a partire dalla sua storia personale. A seguire una degustazione ristoratrice di vini pugliesi.

La serata si chiuderà con la pièce Onìsio Furioso di Laurent Gaudé, interpretato da Giuseppe Pestillo per la regia di Luca Mazzone del Teatro Libero di Palermo. Lo spettacolo affronta il tema della modernità del mito costruendo un personaggio che si muove tra la poesia e l’epopea, tra la parola tragica e la quotidianità. Un compito difficile quello che Gaudé si è dato nella riscrittura di una figura mitologica così simbolica e carica di rimandi, Dioniso, divinità crudele e cruenta e allo stesso tempo così vitale. Segno di morte e di vita. Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21.

Per info, prenotazione e acquisto biglietti contattare: Botteghino Cittadella degli Artisti al numero 392 163 8782.

 

Molfetta. Atmosphere è il titolo del brano che dà il nome al progetto dei musicisti pugliesi Matilde Sabato, Luca De Leonardis e Luigi Catella

molfettatriodig081122Si chiama Atmosphere la nuova produzione della nota casa discografica molfettese Digressione Music presentata lo scorso 30 ottobre nel concerto “Dischi dal vivo” che si è tenuto presso il Duomo di San Corrado a Molfetta.

Si tratta di un curioso progetto discografico cui è approdato il Windmills Trio dopo un percorso di ricerca nato nel 2020 e curato da Matilde Sabato, sulla figura del compositore francese, jazzista, arrangiatore, pianista, direttore d’orchestra Michel Legrand, conosciuto al grande pubblico come musicista di colonne sonore.

I musicisti che ne fanno parte sono tutti pugliesi di estrazione jazz: la giovanissima cantante Matilde Sabato al suo primo esordio discografico, il pianista Luca De Leonardis e il contrabbassista Luigi Catella.
L’autorevolezza di uno dei più famosi compositori francesi, che ha legato il suo nome prevalentemente al mondo del cinema, ha portato Matilde Sabato a comporre due brani a lui dedicati: Le lever du soleil e Atmosphere. Proprio da quest’ultimo brano prende nome il CD.

Entusiasmo e saggezza, passione ed esperienza sono gli elementi che danno vita a questo Trio pugliese tutto da ascoltare e che insieme a Macha Méril, la moglie di Legrand che segue ed appoggia il progetto, auguriamo tanta fortuna!

Molfetta. In occasione della tappa de “Le giornate insieme a te per l'ambiente” di McDonald's 65 dipendenti hanno raccolto circa 165 Kg di rifiuti abbandonati

molfettagshoppinrifiuti081122Quarantadue sacchi, pari a circa 168 kg di rifiuti, raccolti da 65 volontari. Ecco i numeri dell’iniziativa di McDonald's Le giornate insieme a te per l’ambiente, tenutasi a Molfetta giovedì 3 novembre. Una giornata dedicata alla lotta contro gli effetti del littering, ossia dell’abbandono dei rifiuti nell’ambiente, organizzata con la collaborazione del comune di Molfetta. L’attività di riqualificazione, che ha visto all’opera i dipendenti del ristorante McDonald's di Molfetta, ha interessato la zona industriale.

Le giornate insieme a te per l’ambiente” – che nel 2021 sono state realizzate in collaborazione con Fise Assoambiente e Utilitalia e hanno registrato, in oltre 100 tappe, il coinvolgimento di 4.000 volontari per più di 15 tonnellate di rifiuti raccolti- si inseriscono in un percorso virtuoso verso la transizione ecologica che McDonald’s ha intrapreso ormai da diversi anni a partire dai suoi ristoranti in termini di Packaging e Waste&Recycling. Ne sono un esempio l’eliminazione della plastica monouso in favore di materiali più sostenibili, l’installazione di contenitori per la raccolta differenziata nelle sale e nei dehors, la collaborazione con Comieco per lo sviluppo di un nuovo sistema per garantire la riciclabilità del packaging in carta e la campagna di sensibilizzazione sulle corrette modalità di raccolta dei rifiuti rivolta ai consumatori nei ristoranti.

Inoltre, attraverso questa iniziativa, McDonald’s rinnova la propria vicinanza ai territori in cui opera con i suoi oltre 640 ristoranti e l’impegno dei 140 licenziatari, imprenditori fortemente radicati nelle comunità locali.

McDonald’s Italia ormai nel nostro Paese da 35 anni conta oggi 640 ristoranti in tutto il Paese per un totale di 27.000 dipendenti che servono ogni giorno 1 milione di clienti. I ristoranti McDonald’s italiani sono gestiti per il 90% secondo la formula del franchising grazie a 140 imprenditori locali che testimoniano il radicamento del marchio al territorio. Anche nella scelta dei fornitori McDonald’s conferma la volontà di essere un marchio “locale”, con l’85% di fornitori che è rappresentato da aziende italiane o aziende che producono in Italia. Nel mondo McDonald’s è presente in oltre 100 Paesi con più di 38.000 ristoranti.

Molfetta. Il corso di formazione laboratoriale in fisica dal titolo "Spettroscopia" è articolato in tre giorni e prevede lo svolgimento di attività teoriche e sperimentali: una scelta didattica che contribuisce all'arricchimento culturale degli studenti

molfettaferrarisC081122L’I.I.S.S. “Galileo Ferraris” di Molfetta, scuola capofila della Rete dei Licei Scientifici Osa di Puglia, alla quale aderiscono oltre 50 Licei della regione Puglia, ha organizzato un corso di formazione laboratoriale in Fisica dal titolo “Spettroscopia: un ponte tra Fisica classica e Fisica moderna”. Giovedì 3 novembre si è tenuta la prima giornata formativa presso il Liceo Scientifico Osa “R. L. Montalcini” di Molfetta.

Ha aperto i lavori il Dirigente Scolastico prof. Luigi Melpignano, il quale ha richiamato il fatto che tra le finalità della Rete vi è quella di promuovere attività formative per i docenti, laboratori, conferenze e scambi, anche attraverso il sito web ad essa dedicato, di esperienze innovative del processo di insegnamento–apprendimento che utilizzino la metodologia laboratoriale e l’integrazione tra le diverse discipline scientifiche e non solo.

Il dott. Francesco Forliano, coordinatore dei Dirigenti Tecnici dell'USR di Puglia, ha poi evidenziato come la proposta didattica contenuta in questo corso sia di strettissima attualità e si inserisce nel dibattito relativo al livello di cultura scientifica della nostra società e di come esso incide sulla capacità di esercitare una cittadinanza attiva e consapevole. Lo stesso ha sottolineato come sviluppare una cultura scientifica significa non solo conoscere le principali leggi e teorie che regolano l’Universo ma anche avere una profonda comprensione del metodo e del linguaggio della scienza, comprensione che richiede una pratica del metodo scientifico, con un occhio attento alle nuove tecnologie digitali.

Il dott. Stefano Marrone, Dirigente Tecnico dell’USR di Puglia, si è soffermato sul fatto che una delle innovazioni introdotte nel curriculum di Fisica dei licei riguarda l’insegnamento della fisica moderna.

Si tratta di una scelta che contribuisce all’arricchimento culturale degli studenti e allinea il curriculum di Fisica a quello delle scuole superiori di molti paesi Europei.

Questa novità pone anche alcune questioni sul piano didattico. Spesso si ritiene che una didattica laboratoriale su argomenti di fisica moderna sia difficile da realizzare perché richiede agli studenti competenze di livello elevato e alla scuola risorse strumentali difficilmente disponibili in un laboratorio didattico.

La proposta presentata in questo corso è un esempio di come sia possibile realizzare un’attività laboratoriale su argomenti di fisica quantistica con materiali e strumentazione di basso livello (laboratorio povero). Anche le abilità e le conoscenze richieste agli studenti si riferiscono a concetti basilari per un corso di Fisica.

Un aspetto didatticamente rilevante del percorso proposto, sta nel fatto che gli studenti sono impegnati in un’attività di ricerca i cui esiti sono tutti da scoprire e che, rispetto a quella di verifica di leggi già studiate in precedenza, risulta più efficace nello stimolare abilità e competenze scientifiche.

Il corso, realizzato dal prof. Ilarione Cormio e dal prof. Edoardo Andriani, in qualità di tutor delle attività laboratoriali, è articolato in tre giornate di formazione durante le quali attività teoriche e sperimentali si integrano e interagiscono allo scopo di produrre modelli interpretativi dei fenomeni analizzati.

 

 

Molfetta. Love Spell è il nuovo progetto dei cantautori Claudia de Candia e Mizio Vilardi: un'esperienza elettro pop made in Puglia ma dal sound internazionale

molfettaspeCll6081122Love spell” è il primo singolo degli Zemer, duo elettropop pugliese nato dall’incontro artistico dei due cantautori molfettesi Claudia de Candia e Mizio Vilardi, qui in veste rispettivamente di vocalist e producer che in questo nuovo progetto musicale scelgono di abbracciare atmosfere “new wave” e un cantato in lingua inglese.

Zemër” tradotto dall’albanese significa “cuore”. Scomposta ulteriormente la parola è formata da “zë” che significa “voce” o “suono” e “mer” dal francese mare. Quindi la voce del mare dentro il cuore.

Il brano è distribuito dalla label Bauxite ed è accompagnato dal videoclip realizzato da Natalia Raguseo con assistant-director Marta de Feo, che ha ideato anche l’artwork della copertina che accompagna il singolo. Produzione, mix e mastering sono stati curati da Alex Grasso, fonico del Four Walls Studio.

In inglese Love spell significa incantesimo d'amore. Il brano parla dell'incontro tra due persone che vivono in una situazione di attesa, scambio reciproco che si trasforma in un incantesimo, che altalena tra un avvicinamento e un allontanamento: anche se questo" incantesimo d'amore " si consuma non nello spirito, ma nella carne, la dimensione in cui si sviluppa è sacra e magica.

Il videoclip di “Love spell” richiama questo intreccio feerico e vede protagonisti gli stessi Claudia e Mizio con i due attori Roberta de Pinto e Alessandro Porcelli. Alla realizzazione del video hanno contribuito Benedetta de Pinto, che ha curato il make up, Enrico Abbattista e Fabio Ricchiuti per le riprese.

I primi battiti di questo cuore che suona e canta da ascoltare e guardare sono tutti qui.

Link videoclip: https://youtu.be/o9SQwnM_eZw

Link Spotify e store digitali: https://linkfy.li/zemelovespP

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Molfetta. La quarta vittoria consecutiva conferma che la Nox Molfetta c'è e ha voglia di divertire e divertirsi in questo girone D della Serie A2 di calcio a 5 femmimnile

molfettanox081122Alla quarta giornata, Capitan Narsete e compagne avevano di fronte un avversario difficile, il WFC Grottaglie, finalista ai playoff promozione dello scorso anno e seconda forza del torneo attuale.
Non a caso il vantaggio è delle padrone di casa che sfruttano l'unico vero errore difensivo della Nox. Nox che reagisce, spronata dall'ingresso in campo di Pati che regala a Cangiano l'assiste per l'1-1, prima di un sontuoso gol di tacco di Nanà che ferma il parziale 1-2.

Nella ripresa, con Liuzzo decisiva con alcune parate, è dell'Ernia a firmare il tris, servita da Nanà.
Nemmeno il quinto uomo di movimento riesce a trovare l'effetto sperato per il Grottaglie che solo allo scadere realizza il 2-3 finale.

La Nox Molfetta, pertanto, è prima in classifica con 12 punti, frutto delle quattro vittorie consecutive in altrettante gare. Stessa cosa vale per la New Cap Sammichele.
Insegue il Royal Team Lamezia, con 9 punti: le calabresi sono il prossimo avversario della Nox domenica 13 novembre al PalaFiorentini.

 

 

 

Foto di Martina Camporeale 

Molfetta. La presentazione del libro si terrà domani, giovedì 10 novembre, alle ore 18.30 presso Villa i Carrubi in via Paolo Borsellino 1

molfettanappi071122Se provassimo ad “immergerci” nel fascinoso mondo degli archetipi del Femminile, potremmo portarci, attraverso un percorso, necessariamente graduale, in una dimensione altra”, in cui il Mito, in tutta la sua poliedricità di simboli e significati reconditi, ci restituisce alla nostra più autentica vocazione di essere non più solo individui che bastano a se stessi, ma esseri che cercano il completamento nell’Alterità complementare. Potendo, così, allargare la propria conoscenza fino a scalfire convinzioni, stereotipi, pregiudizi radicati nei “modelli” che, sin dall’infanzia, hanno plasmato le nostre coscienze, facendo apparire “avanzate” solo le conquiste che rinnegano il passato.

E se, invece, anche la Dea Madre, Lilith, Iside, le Madonne Nere, le Amazzoni, la Ma-Donna angelicata del Dolce Stil Novo avessero tanto da dirci ancora? Eva è stata davvero la prima donna? Perché è così diffuso il culto della Madonna Nera? Le streghe sono sempre state cattive e le fate sempre buone? E’ presente a Molfetta la “Sirena bicaudata”? E dove?

Temi e domande che, con rigorosa documentazione storico-bibliografica, passando trasversalmente dalla psicanalisi alle dottrine delle filosofie orientali, dai culti ancestrali della Dea Madre alle arcane conoscenze della Tradizione Sapienziale e alle visioni del Mito e a molti altri inediti aspetti dell’immaginario, vengono affrontati nel libro di Giuseppe Nappi L’universo archetipico del Femminile tra mito e immaginario simbolico - Studio antropologico ed esoterico-sapienziale sul simbolismo archetipico della Grande Madre. 

Il libro sarà presentato domani, giovedì 10 Novembre, alle ore 18,30, a Molfetta, presso Villa i Carrubi”, via Paolo Borsellino 1. L’accoglienza dei partecipanti sarà accompagnata da un momento musicale con Bianca Minervini, chitarrista Conservatorio Musicale N. Piccinni – Bari, introdurrà Giovanna La Forgia, ”Villa i Carrubi”.

Dialogheranno con l’Autore, gli illustri relatori: Ing. Donato Altomare, narratore, Prof.ssa Loredana Pietrafesa, poetessa e musicista e PhD Giacomo Pisani, ricercatore Euricse, Trento.

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto di coperina da Pixabay

 

 

 

Molfetta. Tantissime le persone che hanno partecipato all'evento "Concentramento Nazionale serie B femminile dell'ASD Tennistavolo L'Azzurro Molfetta. Quattro le città coinvolte nel torneo: Molfetta, Vasto, Caserta e Casamassima

molfettaasdazzurro071122L’entusiasmo persiste ancora in queste ore dopo la bellissima manifestazione denominata “Concentramento Nazionale serie B femminile”, organizzata domenica 7 novembre a Molfetta presso la palestra della Chiesa “San Giuseppe” dallo staff dell’ASD Tennistavolo L’azzurro Molfetta.

Durante tutta la giornata si sono susseguiti numerosi e spettacolari match di ping pong tra le atlete del Molfetta, Vasto, Caserta e Casamassima per aggiudicarsi i primi punti in classifica.

Il numeroso pubblico giunto per l’occasione ha sostenuto la squadra composta da Sara Minervini, Alida Di Giovanni, Nicoletta Minervini per tutto il giorno dimostrando interesse e partecipazione. L’azienda agricola “La Peonia del Sud” ha fatto da cornice all’evento omaggiando i presenti con rose infiocchettate da nastri azzurri.

Chiediamo a tutta la città di continuare a sostenere le donne de L’Azzurro Molfetta che sono il cuore vivo di questa bella realtà.

Molfetta. Green zone, isole relax e area bimbi: questi i nuovi luoghi di aggregazione e svago che caratterizzeranno la nuova piazza del centro commerciale di Molfetta

molfettapiazzagshopping071122Il Gran Shopping Molfetta ha dato il via ai lavori nello spazio esterno nei pressi dell’ingresso centrale, quello che porta nella grande piazza Ottagono. La nuova area sorgerà per offrire ai tanti avventori del centro commerciale un nuovo e rinnovato ambiente, che si estenderà su una superficie di circa 1.300 mq e sarà ricca di nuovi luoghi di aggregazione pensati per tutte le fasce di clientela che affollano il centro commerciale.

Green zone, isole relax e un’area bimbi troveranno spazio nella nuova piazza esterna fruibile per tutto l’anno. «Questo significa offrire ulteriori luoghi di svago per chi, prima e dopo lo shopping, vuole passare del tempo all’aria aperta.

Le nostre gallerie sono tra le più ampie, luminose e confortevoli sul territorio, e abbiamo pensato di offrire lo stesso comfort anche all’esterno», così il direttore del Gran Shopping Domenico Mele, che aggiunge: «Saranno spazi fruibili da chiunque, dai bambini agli anziani, dalle famiglie ai gruppi di giovanissimi.

Sia con il sole che con la pioggia sarà un ambiente davvero piacevole in cui poter passare del tempo all’aperto, con tutti i comfort del caso». I lavori procedono a gran velocità e l’inaugurazione è prevista per l’inizio del nuovo anno.

 

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino