Redazione_Online

Redazione_Online

MOLFETTA. Servizio civico e servizio volontario in Comune. Si cambia. Continua la rivoluzione del Settore socialità. Le novità introdotte prevedono l’innalzamento delle fasce minime di reddito, le modalità di accesso, e l’introduzione di una nuova tipologia di servizio: il Servizio volontario in Comune, completamente gratuito, inteso come attività di integrazione, riservato a persone che abbiano compiuto i 18 anni di età, inclusi coloro che hanno una invalidità certificata, senza limiti di reddito con a carico del Comune le sole spese di assicurazione. Altra novità importante è l’introduzione della graduatoria dinamica che sarà alimentata e aggiornata mensilmente in presenza di nuove domande valutate ammissibili nelle varie tipologie del servizio civico, presidio verde pubblico; presidio presso le strutture pubbliche; presidio e vigilanza dei parchi; presidio uffici comunali. «Si tratta – spiegano il sindaco, Tommaso Minervini, e l’assessore alla socialità, Germana Carrieri - di un intervento che, specie in questo periodo storico è una opportunità in più sia per le famiglie in difficoltà economica sia per coloro i quali vivono una forma di disagio diversa che, dallo svolgimento di una attività volontaria, possono comunque trarre beneficio. È un ulteriore passo in avanti nelle politiche di inclusione sociale che vede il settore socialità, la dirigente, la dottoressa Lidia De Leonardis, con tutti gli operatori del settore impegnati in prima linea». Possono presentare domanda i cittadini che hanno la residenza nel Comune di Molfetta da almeno un anno;
- hanno raggiunto i limiti di età previsti per il pensionamento di vecchiaia e sono in età compresa tra i 65 ed i 75 anni con un reddito ISEE (in corso di validità dell'anno scorso) non superiore a € 18.000 e in possesso di certificato medico con validità annuale attestante l'idoneità a svolgere attività di Servizio Civico;
- sono in età compresa tra i 18 anni e i 75 anni, hanno una invalidità certificata, con un reddito ISEE (in corso di validità dell'anno in corso) non superiore a € 18.000, e sono in possesso di certificato medico con validità annuale attestante l'idoneità a svolgere attività di Servizio Civico;
- sono di età compresa tra i 18 anni e i 75 anni con un reddito ISEE (in corso di validità dell'anno in corso) non superiore a € 9.360,00 e siano in possesso di certificato medico con validità annuale attestante l'idoneità a svolgere attività volontaria di Servizio Civico. Possono presentare domanda anche persone, di età compresa tra i 18 anni e i 75 anni, compreso coloro che hanno una invalidità certificata, senza limiti di reddito, e comunque idonei a svolgere attività di Servizio Volontario in Comune, in modo completamente gratuito, con a carico del Comune le sole spese di assicurazione. La domanda dovrà essere presentata a sportello presso l'Ufficio Protocollo di Lama Scotella - Via Martiri di Via Fani - oppure a mezzo pec al seguente indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. compilando i moduli allegati.

 

MOLFETTA. Si comunicano i dati contenuti nel report della Prefettura sul Covid-19. Gli attualmente positivi sono 524. Sono 83 le persone negative al Covid, ma conviventi con positivi, che sono in isolamento obbligatorio. Quattro sono i deceduti dal 1° febbraio 2021.

MOLFETTA. Il Progetto Cuore Antico è un bando pubblicato dal Comune per riportare in auge 18 locali inutilizzati del centro storico.  Al bando potranno candidarsi artigiani, commercianti e ristoratori. L’obiettivo del suddetto progetto è quello di rivitalizzare socialmente ed economicamente la parte più antica di Molfetta. Di seguito le parole del Sindaco: “Con questo bando vogliamo ridare maggior impulso economico e maggiore sicurezza al nostro Centro storico. Ho avuto un grande contributo dal delegato Giacomo Spadavecchia che ha tenuto incontri con i residenti, commercianti e artigiani per avere la migliore possibilità di insediamento nel centro storico di questi ulteriori locali, così da realizzare maggiore pulizia e maggiore sicurezza”.

MOLFETTA. I biancorossi – con ben tre partite da recuperare- chiudono, per il momento, il girone d’andata a quota diciannove punti, al decimo posto solitario in graduatoria, con un discreto margine sulla zona play-out. La classifica resta ancora non del tutto decifrabile per via delle tante partite da recuperare. La Molfetta Calcio, infatti, pur non dovendo fronteggiare sin qui, per fortuna, alcun caso Covid in rosa, deve recuperare le ultime due partite in programma- in trasferta ad Altamura (rinvio per neve) e in casa con il Portici- e il tredicesimo turno non disputato alla Jacovone di Taranto. Mister Bartoli può ritenersi comunque soddisfatto sin qui: i biancorossi sono imbattuti in casa (quattro vittorie e tre pareggi in questa stagione) da quasi due anni e il cammino in trasferta, dopo un avvio di stagione difficoltoso, ha iniziato a dare i suoi frutti.  Il prossimo match in programma con il Lavello si giocherà straordinariamente di sabato, sempre alle ore 14:30, al Poli. Successivamente i biancorossi saranno impegnati in trasferta con il Francavilla in Sinni nel turno infrasettimanale previsto mercoledì 24 febbraio e con il Bitonto in casa domenica 28 febbraio. Un trittico di match da disputare in otto giorni (Covid permettendo) per continuare a far bene e conservare margine di distacco dai bassifondi della classifica.

MOLFETTA. Quattro incontri, uno per ogni mese, a partire da febbraio per avvicinare i maturandi ad un orientamento in uscita e consapevole per le scelte future. “Il tuo domani inizia oggi” è un percorso organizzato per il terzo anno consecutivo in collaborazione tra il Progetto Policoro e il MSAC – Movimento Studenti di Azione Cattolica, aperto a tutti i ragazzi di quarto e quinto superiore della diocesi. Nei quattro incontri, che si terranno online sulla piattaforma Zoom dalle 19.30 alle 21.00, martedì 23 febbraio, mercoledì 17 marzo, giovedì 22 aprile e venerdì 14 maggio, i giovani saranno invitati a riflettere su alcune domande che quotidianamente si pongono alla loro età: "Chi sono?", "Chi voglio essere?", "Cosa vorrei diventare?", "Come, quando e dove diventerò ciò che voglio?".  Accompagnati dalle Animatrici di Comunità del Progetto Policoro e sostenuti dall’équipe diocesana del MSAC, i ragazzi si preparano ad affrontare le scelte di vita che definiranno il loro futuro.  Il Progetto Policoro è da anni promotore di iniziative che incoraggiano risposte concrete al problema della disoccupazione giovanile, non a caso gli hashtag che affiancano il logo nazionale sono proprio #giovani #vangelo #lavoro. Proseguendo questa mission, è nato “Il tuo domani inizia oggi” per formare i maturandi e indirizzarli a scelte future consapevoli, in ambito universitario o lavorativo. Per potersi iscrivere al percorso è necessario rivolgersi ai responsabili giovani parrocchiali e/o contattare le Animatrici di Comunità del Progetto Policoro inviando un’email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro giovedì 18 febbraio.

MOLFETTA. Con la Santa Messa di martedì 16 febbraio (ore 19:00, Duomo di Molfetta), la Confraternita di Sant’Antonio celebrerà la “Festa della Lingua”, con cui, popolarmente, si ricorda la traslazione delle reliquie del Santo, avvenuta nel 1263. Infatti, a 32 anni dalla morte del Santo, quando i frati decisero di trasferire i resti mortali nella nuova basilica, dopo aver aperto la cassa che conteneva le sue spoglie mortali, il ministro generale dei francescani, Bonaventura da Bagnoregio, trovò incorrotta la lingua di Antonio era ancora intatta, senza i segni di decomposizione. San Bonaventura, mostrando la lingua ai fedeli, esclamò: «O lingua benedetta, che hai sempre benedetto il Signore e lo hai fatto benedire dagli altri, ora appare a tutti quanto grande è stato il tuo valore presso Dio». La lingua incorrotta, ancora visibile, è stata collocata in un reliquiario nella cappella circolare dietro l’abside. Al termine della celebrazione, sarà impartita la benedizione eucaristica con la reliquia “ex cute”. Non sarà possibile eseguire il consueto rituale del bacio della reliquia, a causa delle attuali restrizioni Covid-19.

MOLFETTA. Nella quarta giornata di ritorno la Pavimaro Pallacanestro Molfetta esce sconfitta dal Pala “Andrea Pasca” di Nardò con il punteggio di 76-55, al termine di una partita condotta dai padroni di casa per tutti i quaranta minuti, per i biancorossi pesano ancora le assenze di De Ninno e Bini. Coach Carolillo inizia la partita con: Dell’Uomo, Mazic, Gambarota, Serino e Visentin; Coach Battistini risponde con: Burini, Fontana, Coviello, Enihe e Dip; avvio di partita favorevole a Nardò che con le triple di Burini e Enihe si porta in vantaggio 18-4, i biancorossi ci provano con Serino e Visentin e il primo periodo si chiude sul 23-12. Nel secondo quarto i padroni di casa continuano a segnare da tre punti con due triple in fila di Petrucci (34-16), dall’altra parte Mazic e Gambarota provano a sbloccare l’attacco molfettese ma le due squadre vanno all’intervallo lungo sul punteggio di 49-28. Nel terzo quarto la Pavimaro Molfetta prova a rientrare in partita guidata da Gambarota (56-40), ma Nardò non si ferma in attacco e la tripla di Fontana riporta i suoi sul più venti (60-40), con le due squadre che vanno all’ultimo mini riposo sul 61-44. Negli ultimi dieci minuti Nardò controlla il match, Calisi e Visentin riportano i biancorossi sul meno quattordici (63-49), ma ancora Petrucci da tre punti chiude virtualmente il match, nel finale per Molfetta esordio in Serie B per i giovanissimi Totagiancaspro e Kodra, il finale da Nardò è 76-55 per i padroni di casa. Nonostante la sconfitta i biancorossi restano in quinta posizione nel girone D2, prossimo impegno per la Pavimaro Molfetta domenica alle ore 18.00 al Pala Poli contro Monopoli.

Frata Nardò: Petrucci 17, Burini 15, Coviello 10, Bjelic 9, Dip 8, Enihe 7, Fontana 5, Cepic 3, Stella 2, Cappelluti, Tyrtyshnik, Jankovic. Coach Battistini.
Pavimaro Pallacanestro Molfetta: Gambarota 20, Visentin 10, Mazic 8, Serino 6, Calisi 6, Azzollini 4, Dell’Uomo 1, Kodra, Totagiancaspro, Bini, De Ninno. Coach Carolillo.

MOLFETTA. La Femminile Molfetta vince in rimonta per 6-2 contro un coriaceo Woman Futsal Club, al termine di una partita affrontata da grande squadra, reagendo al vantaggio iniziale delle ospiti e continuando con pazienza a creare occasioni da gol. Mister Diego Iessi deve rinunciare alle infortunate Castro, Pedace, Sciannamea e Tricarico e parte col quintetto composto da Liuzzo, Mezzatesta, Cariuolo, Mangafas e Gelsomino. Le biancorosse partono forte, ma alla prima occasione sono le ospiti a passare in vantaggio, con Bergamotta che sfrutta al meglio una ripartenza, infilando Liuzzo. La Femminile Molfetta non si scompone e si riversa in avanti, ma la porta di Trumino sembra stregata: Gelsomino e Mezzatesta colpiscono l’incrocio dei pali, Gariuolo calcia a lato di poco da posizione favorevole. Il pareggio arriva al 14’21, con Mangafas che controlla un lancio lungo di Liuzzo e supera Trumino. Mezzatesta e Barile sfiorano il gol, a dodici secondi dalla sirena finale è Gariuolo a portare le biancorosse sul 2-1 con un pregevole esterno destro. La ripresa segue il copione del primo tempo, con le biancorosse che creano diverse occasioni e il Woman Futsal Club che prova a far male in ripartenza. Al 3’58’’ Lacirignola recupera palla, lanciando il due contro uno perfezionato da Mangafas e Gelsomino per il 3-1, ma a più riprese il Molfetta fallisce il colpo del ko, con Lacaita che al dodicesimo riapre la gara segnando il 3-2. Al 16’33’’Mezzatesta prende palla e dal limite dell’area di rigore lascia partire un bolide che si insacca sotto la traversa; mister Locorotondo si gioca la carta Bergamotta quinto di movimento, ma le ospiti perdono palla e Mangafas si invola per il 5-2. Nel minuto finale è ancora l’argentina ad andare in rete per il 6-2 finale, con mister Iessi che negli ultimi minuti fa esordire in biancorosso Antonella Messa. Con la vittoria in questione la Femminile Molfetta sale a quota 40 punti in classifica. Nel prossimo turno Barile e compagne si recheranno in casa del Napoli.

MOLFETTA. Al via la Quaresima 2021, una Quaresima che ci vede ancora coinvolti in una delicata situazione sanitaria che impone delle scelte importanti e nel pieno rispetto delle normative vigenti. L’Arciconfraternita della Morte in occasione della tradizione processione della Croce intende dare un segnale forte: mai come in questo momento è importante restare vicini anche se distanti, sentirci una comunità anche se lontani. Martedì alle ore 24 non si terrà la consueta processione della Croce per le vie della città. Ma il priore Onofrio Sgherza, il primo componente Michele Roselli, il secondo componente Gennaro Zaza e il Padre Spirituale Don Ignazio Pansini hanno voluto comunque organizzare due iniziative che virtualmente uniranno i confratelli, consorelle e fedeli tutti. Martedì 16 febbraio alle ore 24 sulla pagina Facebook dell’Arciconfraternita verrà pubblicato, in differita, un momento di preghiera ai piedi della Croce; Il giorno successivo, mercoledì 17 febbraio, dalle ore 06.30 alle ore 20.30 la Croce sarà esposta sul sagrato del Purgatorio permettendo a tutti coloro che vorranno di fermarsi per un breve momento di preghiera. “Inizia il periodo molto probabilmente più vissuto e sentito dalla nostra città: sarà un anno particolare che ci vede ancora impegnati a combattere un virus che ha cambiato le nostre vite. Rivolgiamo il nostro augurio a tutti i confratelli dell’Arciconfraternita della Morte dal Sacco Nero di Molfetta, dai più giovani a quelli più anziani: in un momento così difficile, sarà ancora più importante raccoglierci in preghiera, distanti ma uniti nell’amore incondizionato per la nostra Arciconfraternita”. Questo il nostro augurio per una Quaresima che sia vero cammino di fede condiviso.

 

MOLFETTA. Le Aquile del presidente de Giglio rispettano il pronostico della vigilia e vincono ai danni dello Chaminade con il punteggio di 8-3. Nel recupero della sesta giornata di campionato, le reti per gli uomini di mister Rutigliani portano la firma di Murolo (5 reti), S.Dibenedetto (doppietta) e Dell'Olio. Nel primo tempo lo starting five della Sefa è composto da: Lopopolo, Pedone, Ortiz, Murolo e Dell'Olio. I biancorossi partono con la giusta intensità infatti nei primi minuti Murolo e S. Dibenedetto vanno subito in doppia cifra. Di Camillo, sul 4-0, con personalità tiene a galla i suoi rispondendo presente sulle conclusioni di Dell'Olio, Murolo e Reyno. Murolo in gran spolvero sigla la quinta rete delle Aquile, colpo di testa, dopo il lancio perfetto di Lopopolo. Lo Chaminade beffa l'estremo difensore di casa con Chiampietti abile a sfruttare le uniche due occasioni da rete: la prima frazione termina 5-2. Durante il secondo tempo gli ospiti con tanta grinta mettono subito a segno il terzo goal con Salvatore. Dell'Olio dopo meno di 10" firma l'allungo per le Aquile, assistito da Murolo dall'out di destra. Sul punteggio di 6-3 il Molfetta abbassa i ritmi nonostante il buon giro palla e Rutigliani manda in campo l'ultimo acquisto del mercato dicembrino Giuseppe Marasa' e fa esordire Daniele Andriani. Nel finale c'è ancora gloria per Murolo (man of the match) che concretizzare due azioni personali mettendo a segno complessivamente una cinquina. Nel prossimo impegno le Aquile Molfetta riaffronteranno proprio lo Chaminade: sabato 20 febbraio, in trasferta, con fischio d'inizio fissato alle 16:00.

Photo credit: Cosmo de Pinto

JoomBall - Cookies

© 2020 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino