Redazione_Online

Redazione_Online

Molfetta. La manifestazione sportiva torna in città il 9 ottobre. La partenza è fissata alle 9.30 da Corso Dante

molfettafreerunnersh190922Cresce l’attesa verso la CorriMolfetta 2022, giunta alla sua sedicesima edizione: domenica 9 ottobre è la data da segnare in rosso sul calendario per una competizione che, anche quest’anno, figurerà come gara nazionale FIDAL sulla distanza di 10 km.

La manifestazione sportiva si svolgerà lungo un percorso omologato interamente urbano con partenza come di consueto alle ore 9.30 da Corso Dante Alighieri. L’evento figurerà anche come V Memorial "Giulio Minervini".

Ma non solo, perché alla vigilia della classica manifestazione podistica cittadina è previsto anche un evento per i più piccoli con la Corsa in gioco riservata ai bambini in età scolare e che andrà in scena alla pista di atletica Mario Saverio Cozzoli a partire dalle ore 18 di sabato 8 ottobre.

Il percorso sarà di 450m per i bambini di prima, seconda e terza elementare e di 600m per quelli di quarta e quinta elementare e sarà preceduto da attività ludiche e di animazione con il Patrocinio dell'Amministrazione Comunale.

Proprio in vista dell’ormai tradizionale gara che si snoda per le vie della città, il presidente della Free Runners Molfetta, Sergio Gervasio, ha voluto esprimere alcune riflessioni: «Siamo molto felici di curare anche quest’anno l’organizzazione di un evento che è ormai un riferimento sia per i molfettesi che per tantissimi atleti provenienti da tutta la Puglia, e non solo.

Già lo scorso anno è stato bellissimo ripartire dopo lo stop legato al Covid ma sentiamo che la prossima edizione segnerà davvero una definitiva rinascita».

«Nella CorriMolfetta 2021 abbiamo avuto la possibilità di poter stare nuovamente tutti insieme ma ancora con l’uso delle mascherine alla partenza e all’arrivo – ha spiegato Gervasio – mentre questa volta possiamo sentirci a pieno titolo nella rinnovata normalità che stiamo vivendo dopo mesi difficili.

Mi aspetto tanta partecipazione e mi auguro di cuore di vedere con il pettorale della non competitiva i tanti corridori amatoriali che ogni giorno vediamo per le strade della città, consapevoli di quanto questo sport possa far bene alla salute e alla socialità».

Proseguono intanto presso la sede dell’associazione le iscrizioni alla “Molfetta Run”, gara dedicata ai non tesserati FIDAL e alla “Corsa in Gioco” riservata ai bambini di scuola elementare. La sede, sita in via Tenente Bufi 12, è aperta dal lunedì al sabato dalle 17:30 alle 20.

La partecipazione alla CorriMolfetta 2022 è riservata ai tesserati FIDAL e ai possessori di Run Card, mentre per i liberi sarà possibile partecipare alla non competitiva su un percorso urbano di 5 km ma con facoltà di correre anche il percorso integrale di 10 km della gara agonistica, pur risultando fuori classifica.

Molfetta. I corsi per bambini e adulti partiranno entrambi nel mese di ottobre e si terranno presso il Nuovo Teatro del Carro

molfettailcarrodeicomiciSi ricomincia! Ripartono a ottobre i nuovi corsi di teatro organizzati e condotti dalla Compagnia teatrale Il Carro dei Comici.

In programma due corsi, uno per bambini e uno per adolescenti e adulti. Per i più grandi che vogliono sperimentare il meraviglioso mondo del teatro, mettersi in discussione e trovare nuove connessioni potranno seguire il corso a loro dedicato che sarà tenuto da Francesco Tammacco.

I più piccini invece potranno cimentarsi con il corso di teatro Il sogno di Pinocchio a cura di Pantaleo Annese. Il sogno di Pinocchio è un corso rivolto alle seguenti fasce d'età: 5-8 anni, 9-11 anni e 12-15 anni.

Quindi grandi e piccini cosa aspettate? Iscrivetevi ed entrate nel mondo magico del teatro che è ricchezza, conoscenza, gioco, esperienza, espressione e tanto, tanto altro. Per informazioni e maggiori dettagli contattare 339 7758173 per il corso di teatro per adulti e adolescenti. Mentre per il Sogno di Pinocchio contattare 349 2308203.

I corsi avranno inizio nel mese di ottobre e si svolgeranno presso il Nuovo Teatro del Carro, presso l'Auditorium Madonna della Rosa in viale Papa Giovanni Paolo II, 121 a Molfetta.

Molfetta. Ieri pomeriggio allo stadio Paolo Poli si è disputata la terza giornata di Campionato del girone H di Serie D. I molfettesi pareggiano con il Puteolana e conquistano il loro primo punto

molfettacalcio190922È finita 2-2 la sfida tra la Molfetta Calcio e i campani della PuteolanaLa partita si è disputata ieri pomeriggio presso lo stadio Paolo Poli e ha visto i biancorossi energici e attivi fin dall'inizio della gara.

I molfettesi, infatti, a pochi minuti dal fischio d'inizio hanno abbracciato la rete con due gol, agghiacciando gli avversari campani. Il primo gol nasce da una grande azione di Montinaro sulla sinistra che crossa perfettamente a centro area, dove Longo da pochi passi deposita in rete.
Il raddoppio del Molfetta è causato da un errore di un difensore granata che travolge Coratella, segue il calcio di rigore che Montinaro trasforma con freddezza.

La Puteolana raggiunge il Molfetta su 2 a 2, prima con Fontanarosa, che su calcio d’angolo trafigge il portiere biancorosso Diame, poi a pochi minuti dal triplice fischio con Letizia, che sorprende la difesa pugliese e con una zampata regala il pari ai flegrei.
Per la Molfetta Calcio primo punto stagionale.

Prossimo match a Nardò, mercoledì 28 settembre.



 

Molfetta. Le lezioni per i nuovi iscritti avranno inizio dal 3 ottobre. Tutti i corsi si svolgeranno presso la sede di MusicaInsieme la Parrocchia Madonna della Pace

molfettamuiscainsieme180922La scuola ormai è iniziata e da questa settimana si parte seriamente in un lungo viaggio verso la conoscenza, verso nuove scoperte. Anche l'Associazione MusicaInsieme – Molfetta è pronta per iniziare un nuovo anno all'insegna delle note, del ritmo, della musica.

Sono ben quattro le sezioni e i percorsi musicali che MusicaInsieme propone e che coinvolgono diverse fasce d'età. Si parte con la Sezione Infanzia e con il Percorso musica vivavoce pensato per i più piccini, quelli di età compresa tra i 0 e i 3 anni. Il secondo, invece, è un corso di ritmica, violino e pianoforte per bambini dai tre anni in su.

Un corso interessante e innovativo che segue il metodo Suzuki, una filosofia educativa di apprendimento musicale elaborata e applicata dal musicista giapponese Shinichi Suzuki, nella prima metà del XX secolo.

Segue la Sezione Classica che prevede lo studio di strumenti principali e complementari. Come terza sezione MusiacaInsieme propone quella denominata Moderna che prevede lezioni di canto pop, pianoforte jazz e tastiere, ma anche lezioni di batteria, basso e chitarra elettrica.

La quarta e ultima Sezione Benessere in musica offre corsi per mamme in dolce attesa con il corso Suoni in gravidanza, musicoterapia e un bellissimo percorso di apprendimento musicale chiamato Metodo anch'io suono, pensato per bambini con bisogni educativi speciali.

Inoltre MusicaInsieme, in collaborazione con l'associazione Dvorak organizza laboratori di musica d'insieme e corale. I corsi e i percorsi musicali di MusicaInsieme si svolgono presso la Parrocchia Madonna della pace, viale XXV aprile.

Inoltre per maggiori dettagli e informazioni relative ai costi e ai giorni di lezione sarà possibile recarsi presso la sede di MusicaInsieme aperta al pubblico tutti i lunedì e mercoledì dalle 17.30 alle 19, oppure contattare 335 8382016-3276669258.

Molfetta. La Molfetta Calcio Femminile, la SSC Bari e la Pink Altamura in un torneo triangolare di beneficenza per raccogliere fondi destinati al Villaggio dell'Accoglienza

molfettacalcioagebeo180922La Molfetta Calcio Femminile si aggiudica la seconda edizione del Torneo Donne in Campo organizzato dall’Associazione AGEBEO e Amici di Vincenzo Farina Onlus.

Lo scorso sabato 17 settembre, presso il Paolo Poli si è svolto il torneo "Donne in Campo...2^ Edizione" promosso e organizzato dall'associazione Barimania e con il contributo del Consorzio Metropolis e patrocinato dalla Federazione Italiana Giuoco - Calcio Lega Nazionale Dilettanti Comitato di Bari. 

L'evento è stato un'occasione per compiere un nobilissimo gesto, raccogliere fondi per poter proseguire la costruzione del Villaggio dell'accoglienza Agebeo. Si tratta di una struttura pensata per ospitare e tutte quelle famiglie che devono accudire i loro cari ricoverati presso il centro pediatrico oncologico del policlinico di Bari. 

Tre le squadre che hanno partecipato a questo triangolare match della solidarietà: la SSC Bari, la Molfetta Calcio e Pink Altamura.

A vincere il torneo della beneficenza è stata la Molfetta Calcio Femminile. Le nostre biancorosse hanno battuto nella prima competizione il Pink Altamura per 4 a 0 e nella seconda gara hanno battuto le ragazze della SSC Bari per 4 a 3.

Un torneo giocato con il cuore ricordando Vincenzo Farina e con l'obiettivo di aiutare e facilitare chi ogni giorno deve combattere con la sofferenza. 

Molfetta. È stata inaugurata ieri la collettiva d'arte che sarà visitabile fino al 2 ottobre

molfettachiesadellamorte180922Nella serata di ieri, presso la suggestiva Chiesa della Morte o di Santa Maria del Pianto a Molfetta, sita nel cuore della città vecchia, si è tenuta l'inaugurazione della collettiva d'arte Molfetta che Vorrei.

La mostra promossa dall'Associazione culturale I colori dell'anima, del maestro Filippo Cacace, con il Patrocinio del Comune di Molfetta e curata dalla pittrice e scultrice Brunella Amato, raccoglie opere di artisti locali, alcuni dei quali alle prime esperienze espositive.

Tema della mostra la nostra città, Molfetta, con i suoi luoghi simbolici, con le sue bellezze. « Abbiamo voluto portare in mostra Molfetta - come ci spiega la curatrice Brunella Amato - per avvicinare le persone, i visitatori a quelle che sono le bellezze della nostra città».

La mission di questa bella ed elegante mostra è espressa a tutto tondo nel titolo, come ci spiega Brunella: «Abbiamo chiamato la collettiva Molfetta che vorrei perchè è una proiezione rispetto all'idea di portare i visitatori e coinvolgerli in un desiderio lungimirante, far partecipi i cittadini nella costruzione di una Molfetta che può diventare luogo dispensatore di arte partendo da quelle che sono le sue risorse storiche, il suo già cospicuo bagaglio culturale».

Ad esporre le loro opere, otto artisti locali, portatori della propria visione, della propria creatività e libertà espressiva, tra loro la stessa Brunella Amato, Isabel Spagnoletta, Silvia Germinario, Antonietta Catalano, Maria Macchiavelli, Antonella Zezza, Elisa Dellia, Gaetano Angellotti.

La collettiva sarà visitabile fino al 2 di ottobre tutti i giorni dalle 19.30 alle 21. Il sabato e la domenica anche di mattina dalle ore 10 alle ore 13.

L'ingresso è gratuito.

 

Molfetta. Standing ovation finale e tanta commozione per il concerto – reading della Dilovuole Band e le poetiche incursioni di Francesco Tammacco

molfettadiolovuoleband180922Grandissimo successo per il concerto della Diolovuole Band, fenomeno musicale ai vertici della Christian Music, che si è tenuto nella serata di venerdì, 16 settembre presso l’Anfiteatro di Ponente di Molfetta, con le incursioni poetiche magistralmente espresse da Francesco Tammacco, attore e direttore artistico del Carro dei Comici.

Ad aprire il concerto Francesco Tammacco che ha recitato le parole di carità di san Paolo di Tarso, “Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli Angeli, ma non avessi la carità, sono come un bronzo che risuona o un cembalo che tintinna".

Quindi ha preso forza il sound energico e travolgente della band, che si ispira al messaggio evangelico dello stesso don Tonino Bello, mandando in visibilio il numeroso pubblico presente, in quanto le performance con cui ha rappresentato la musica italiana, sono risultate degli autentici capolavori musicali.

Il repertorio fatto di intense melodie alternate al pop-rock, al soul e al funky, è stato oltremodo apprezzato dagli spettatori che in alcuni frangenti si sono lasciati coinvolgere e trascinare dai brani eseguiti da questa “orchestra della fede” dispensatrice di forti emozioni.

I 18 componenti della band, Rox de Bari, Frain, Gigi Mongelli, Pax Minuto, Cosmo Marzo, Gianni Pansini, Leonardo de Candia, Andrea de Candia, Marco Lucanie, Gennaro Sallustio, Tiziano Scaramuzzi, Pino Amato, Michele Anastasia. Giuseppe Mastropasqua, Pietro Di Liddo, Vito Centrone, Saverio Squeo, Roberta d'Agostino hanno proposto cover di successi nazionali e internazionali.

Ma è il loro originale repertorio a sottolineare l’importanza della missione che svolgono e a decretarne il grande successo. I testi delle loro canzoni sono preghiere in cui si parla di pace, di amore, di valori fondanti della cristianità; ma non ricordano affatto i canti liturgici, o quei determinati ritmi e quelle melodie. I brani, firmati Diolovuole band, infatti, sono orecchiabili, moderni, ritmati, energizzanti.

Di tanto in tanto la potenza della musica si lascia attraversare dalla poesia. Sono i momenti di Francesco Tammacco: prima quelli delle parole d’amore del rivoluzionario romantico Nazim Hikmet, poi quelli della durezza di Boris Vian nel brano “Io non vorrei crepare”, interpretato con grande passione.

Durante il concerto non sono mancati i colpi di scena. Durante il concerto, tra il numerosissimo pubblico circa mille persone, si è intravisto il noto baritono molfettese Antonio Stragapede che non è passato affatto inosservato.

Invitato dalla band ad intervenire artisticamente, Stragapede non ha tardato a scatenare ulteriormente l’entusiasmo del pubblico sulle note di Funiculì-Funiculà, 'O surdato 'nnammurato e l’ Inno di Mameli, onorando i presenti della sua maestria e bravura.

Ricordiamo che la band è nota per i suoi recenti successi nazionali. Con il brano Fratelli miei la Diolovuole ha vinto il primo Disco d’Oro della Christian Music, aggiudicandosi l’Amen International Award, lo scorso 21 giugno, all’interno del Teatro del Casinò di Sanremo, durante l’evento dedicato ai 150 anni dalla nascita di Don Orione.

Il disco d’Oro è stato donato da Pax Minuto, fondatore e frontman della band, al Comune di Molfetta, consegnato nelle mani del Sindaco Tommaso Minervini.

Quest’ ultimo ha ringraziato i musicisti con le seguenti parole: « Questo premio dimostra come Molfetta, quella che si impegna, la Molfetta positiva ottiene riconoscimenti a livello nazionale. Vi faccio tanti auguri, non soltanto per la costanza, la professionalità, ma anche per il fatto di averci fatto scoprire un genere musicale importante, che normalmente noi non ascoltiamo, ma che con questa band ormai è diventato un elemento di conoscenza molto popolare in questa città… e questo è un esempio non solo cittadino, ma nazionale. Quindi grazie. Vi faccio i miei migliori auguri. Terremo questo negli uffici comunali con orgoglio».

I momenti teatrali hanno sublimato la magia della musica, al culmine con il pezzo “Un’ala di riserva”, musicato, cantato e recitato sull’immagine eterna di Don Tonino Bello, tra gli applausi commossi del pubblico.

 

Molfetta. Dopo due settimane dall'inizio della preparazione atletica, l'intervista al Capitano Narsete: «Stiamo lavorando bene. In gruppo si respira un'atmosfera positiva»

molfettanox170922La seconda, intensa, settimana di preparazione per la Nox Molfetta è superata. Le biancorosse si approssimano al giro di boa di questa pre season che vede in domenica 16 ottobre l'inizio del campionato di Serie A2 2022/2023 nella insidiosa trasferta contro la neopromossa Levante Caprarica.

La squadra, allenata da Mister Alessandra de Bari con Nico Spadavecchia allenatore dei portieri, sta seguendo gli allenamenti condotti dalla preparatrice Porzia Marino e dalla dottoressa Giovanna Allegretta, fisioterapista del centro Global Concept che cura e segue ogni aspetto fisico e atletico delle giocatrici, soprattutto in ottica di prevenzione agli infortuni.

«Stiamo lavorando bene e sudando tanto - racconta il capitano della Nox Molfetta, Ylenia Narsetecome è giusto che sia perché abbiamo di fronte una stagione lunga, impegnativa e ostica».

Il portiere, simbolo e numero uno biancorosso, racconta inoltre che «l'atmosfera in gruppo è più che positiva. Con le nuove compagne, in realtà, c'era già un legame, con molte di noi avevano già giocato e questo aiuta a cementare subito il gruppo».

Oggi domenica 18 settembre è prevista una nuova sessione di allenamento, questa volta in piscina.
Da martedì 20 settembre, invece, con il rientro in gruppo di Nanà, la Nox Molfetta entrerà nel pieno della preparazione con altre 4 sessioni settimanali.

Molfetta. Dopo dieci giorni di soggiorno in Cattedrale, questa sera la Madonna sarà riportata in Basilica con la tradizionale processione. Di seguito il programma della giornata nel dettaglio

molfettacattedralefiera2022Termina questa sera, dopo più di dieci giorni, la Festa Patronale dei molfettesi che quest'anno finalmente dopo due anni di pandemia si è tornati a festeggiare per la gioia di molti concittadini e di tutti quei molfettesi che vivono fuori città e fuori nazione.

Anche questa mattina, sarà la fragorosa diana delle 8 che annuncerà la chiusura della festa patronale e l'inizio della Santa Messa presso la Cattedrale. Alle ore 9 giro per la città del Gran Complesso bandistico Santa Cecilia - Città di Molfetta e della Bassa Musica Molfettese.

Alle ore 10 sempre in Cattedrale si svolgerà la Solenne Pontificale presieduta da Sua Eccellenza Monsignor Domenico Cornacchia Vescovo della Diocesi. La Liturgia sarà animata dalla Cappella Musicale Corradiana diretta dal M° Antonio Magarelli. Saranno presenti le autorità civili e militari.

Alle ore 12, presso la sede del Comitato feste Patronali avverrà la consegna delle targhe ricordo agli armatori delle barche sorteggiate che hanno trasportato la Madonna e la premiazione dell'imbarcazione con il miglior allestimento, in occasione della Sagra a Mare dell'8 settembre organizzata dall'Asso pesca. Seguirà il santo Rosario alle ore 17.30.

Alle ore 18, avrà inizio la processione di rientro della Madonna dei Martiri in Basilica. Parteciperanno il Vescovo Cornacchia, il sindaco Tommaso Minervini, il Capitolo della Cattedrale, il clero, il terzo Ordine Francescano, il gruppo di preghiera Maria SS dei Martiri, il Comitato Feste Patronali e i fedeli.

La processione si snoderà lungo il seguente itinerario: Corso Dante, Piazza Garibaldi, via Alessandro Volta, via Bari, via de Luca, Corso Margherita di Savoia, piazza Vittorio Emanuele, via S. Pansini, via Tenente Ragno, via Madonna dei Martiri, Viale dei Crociati. Il corteo sarà accompagnato dalla Bassa Musica Molfettese e dal Gran Complesso Bandistico Santa Cecilia – Città di Molfetta.

L'arrivo dell'effige della Madonna sul sagrato della Basilica, previsto alle ore 22, sarà accolto da un momento di preghiera, poi la santa effigie tornerà nella sua dimora.

A chiudere la festa patronale di questo 2022 saranno tre spettacoli di fuochi d'artificio a cura delle ditte Pirotecnico L'Artificiosa dei Fell.i Di Candia di Sassano, Salerno, a cura della ditta Nord Est Costruzioni di Pietro Napolitano.

Seguiranno gli spettacoli della ditta Pirotecnico Senatore Fireworks di Cava dei Tirreni, Salerno, a cura delle ditte Gran Shopping Mongolfiera e Hammer S.p.a. e della ditta Pirotecnica Lieto Carmine e Figli di Visciano, Napoli, a devozione degli esercenti Luna Park Molfetta.

Molfetta. Con la processione di ritorno in Basilica, si concludono questa sera i festeggiamenti in onore della SS Madonna dei Martiri

molfettamadonnadeimartiri2 2022Iniziata l'8 settembre con la Sagra a Mare, termina oggi con il rientro del sacro simulacro in Basilica la festa patronale dedicata alla Madonna dei Martiri.

Un soggiorno, quello nella Cattedrale di Santa Maria Assunta, introdotto verso il 1846, dopo che in processione si iniziò a portare l'effige della Madonna e non più la piccola icona arrivata nel 1188 in città dalla lontana Palestina.

La statua infatti, realizzata dallo scultore napoletano Giuseppe Verzella fu commissionata e poi donata alla Basilica, per grazia ricevuta, dal cittadino molfettese Mauro Oronzo Valente. Era il 1846, quando ebbe inizio la tradizionale Sagra a Mare. E all'epoca risale la sosta in Cattedrale, dove l'effige sacra veniva lasciata per qualche giorno, così da poter essere venerata da tutti i fedeli.

Infatti dobbiamo immaginare una Molfetta con dimensioni più piccole di quella attuale. Una Molfetta il cui abitato terminava lì dove oggi si trova la Chiesa di San Domenico. Dopo, solo campagna e mare.

Viale dei Crociati, per esempio, non si presentava così ampio, ma era un piccolo sentiero con un passaggio angusto che costeggiava il mare ed era molto pericoloso. Anche per questo la Madonna veniva portata in Cattedrale ed esposta alla venerazione del pubblico che si poteva recare con più facilità nella chiesa principale di Molfetta.

Una storia quella della festa e della venerazione della madonna dei Martiri che con il tempo ha subito cambiamenti, variazioni, riflettendo e in qualche modo adeguandosi ai cambiamenti topografici, sociali, storici della città.

Forte e fortissimo è il legame tra la Madonna della tenerezza e Molfetta, un vincolo che supera i confini religiosi diventando elemento, componente prezioso per ogni molfettese credente o non credente, rito propiziatorio di una comunità che mai come adesso ha bisogno di fare squadra, costituirsi compagine e superare i tempi difficili che verranno.

Questa sera alle ore 22 la Madonna dei Martiri, dopo dieci giorni di soggiorno nella dimora del compatrono San Corrado, dopo un momento di preghiera e il saluto festoso dei fuochi d'artificio, tornerà al suo posto di sempre, vicino ai suoi fedeli, vicino ai suoi frati, vicino a tutti quei martiri che al mare hanno sacrificato la loro vita.

 

Si irngrazia per la consulenza Domeico Petruzzella

 

 

 

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino