Redazione_Online

Redazione_Online

Molfetta. I cancelli del Paolo Poli saranno aperti alle ore 13. Per poter accedere allo stadio sarà necessario esporre il documento di riconoscimento che dovrà corrispondere al nominativo del biglietto

molfettacalcioH130123La Molfetta Calcio invita i tifosi, in merito alla gara di domenica 15 gennaio contro l'ASD Barletta, a recarsi allo Stadio Paolo Poli in largo anticipo, in modo tale da non creare code e disagi.

I cancelli del Paolo Poli saranno aperti alle ore 13, mentre la partita avrà inizio alle 14.30. All'ingresso verrà chiesto di esibire il documento di riconoscimento che dovrà corrispondere al nominativo del biglietto.

In caso di mancato possesso del documento o nel caso il nominativo del biglietto non corrispondesse a quello del documento di identità, l'accesso allo stadio non sarà consentito. La società ricorda, inoltre, che il botteghino sarà aperto solo ed esclusivamente per l'acquisto dei biglietti relativi al settore gradinata locale.

 

 

Molfetta. Seconda giornata di campionato: la Molfetta Calcio Femminile domenica 15 gennaio sfida in casa la Pink Altamura. Il capitano Angela di Grumo: «Tenere a mente gli errori di domenica scorsa per non perseverare»

molfettacalciofemminile130123A distanza di una settimana dall’ultimo match di campionato disputato dalla Molfetta Calcio Femminile, brucia ancora la sconfitta rimediata a Fasano. Rialzarsi immediatamente dopo il primo ko stagionale diventa un obbligo per le ragazze allenate da Vincenzo Petruzzella per riprendere a correre verso gli obiettivi stagionali.

La sfida, in programma domenica 15 gennaio alle ore 10 al “Paolo Poli” contro la Pink Altamura potrebbe già rivelarsi un banco di prova. Dinanzi una formazione diversa rispetto a qualche mese fa quando, alla prima di Coppa Italia le biancorosse superano facilmente 4-0 le murgiane. La Pink Altamura, dopo il successo della scorsa settimana contro il Phoenix Trani, potrebbe essere la vera rivelazione del Campionato di Eccellenza.

La partita si prevede equilibrata e, ad avere la meglio, sarà la formazione che ci crederà maggiormente fino al triplice fischio finale. La Molfetta Calcio Femminile parte coi favori del pronostico, sebbene la Pink Altamura sia cresciuta parecchio grazie all’impegno dei due mister Girardi e Pallotta. 

È stata una settimana intensa quella vissuta dalle biancorosse . Dopo un doveroso confronto, mister Petruzzella ha chiesto alla squadra di scendere in campo con la mentalità giusta e la voglia di riscatto. La rosa che sfiderà l’Altamura sarà al completo, potendo contare anche sul rientro di Arianna Cimadomo che ha scontato il suo turno di squalifica.

La vittoria sarà l’unico risultato utile per iniziare a smuovere la classifica, ma per farlo sarà necessario affrontare le avversarie con concentrazione, limitando le volate di Alessandra Lauriero e Carlotta Martimucci, due under 17, che la scorsa settimana hanno esordito in prima squadra, firmando la vittoria delle murgiane sul Trani.

La strada è lunga ma iniziare a dettar legge significa guardare con altri occhi l’obiettivo fissato. Un obiettivo ben chiaro anche al capitano della Molfetta Calcio Femminile Angela di Grumo che in settimana ha spento la sua diciannovesima candelina. «Dimenticare la partita di domenica scorsa contro il Fasano non è proprio la cosa giusta da fare – ha sottolineato di Grumo – anzi è necessario tenere bene a mente gli errori commessi per non perseverare e rialzarci immediatamente dopo l’ultima sconfitta. È il momento di far vedere quanto valiamo e di dimostrare i progressi fatti in questa stagione».

Molfetta. Per l'ultima trasferta del girone di andata la Dinamo Cab Molfetta è attesa dalle avversarie del Volley's Eagles Bari. Il match si terrà sabato 14 gennaio alle ore 19

molfettadinamocabC130123La necessità è quella di dare continuità all’ultima vittoria casalinga ottenuta contro l’Orta Nova e scalare alcune posizioni in classificaÈ quanto attende la Dinamo CAB Molfetta nell’ultima trasferta del girone di andata. Sabato 14 gennaio alle ore 19 la Palestra dell’Istituto “Margherita” di Bari ospiterà il match tra Volley’s Eagles Bari e Dinamo CAB Molfetta dove le ragazze in maglia arancio sono chiamate a vincere, ma soprattutto a dar prova di ulteriore crescita.

Un match assolutamente alla portata del team di Franco Marzocca, ma tuttavia da non prendere sottogamba. La Dinamo CAB Molfetta è a lavoro per ottenere la forma migliore delle sue atlete reduci da un’ultima importante vittoria contro l’Orta Nova in grado di dare respiro alle ragazze in maglia arancio. Quando mancano due partite al termine del girone di andata, la Dinamo può provare a migliorare lo score relativo alle vittorie: 6 quelle ottenute nelle prime 11 giornate, 5 invece le sconfitte per un totale di 17 punti totalizzati che valgono il 7° posto in classifica.

Ha fatto peggio la Volley’s Eagles Bari che, con i suoi 4 punti ottenuti in questa prima metà della stagione, occupa al momento il penultimo posto in classifica. La Volley’s Eagles, alla prima stagione in serie C, nasce nell’ottobre del 1993 come società senza fini di lucro, ponendosi come principale obiettivo la diffusione della pallavolo tra i ragazzi di un quartiere disagiato. Infatti la sua prima sede è la palestra di una scuola media nel quartiere San Paolo di Bari.

Nella prima stagione partecipa al campionato federale di 3° divisione vincendolo, ma non si ferma e in pochi anni si afferma stabilmente nel campionato regionale di Serie D. La scrupolosità del lavoro svolto dal settore tecnico ha dato i suoi frutti, diverse ragazze hanno trovato spazio in serie superiori, e per le più giovani ci sono state ripetute convocazioni nella rappresentativa provinciale della federazione. Dunque una società con circa vent’anni di storia a cui la Dinamo CAB Molfetta è chiamata a rispondere con una vittoria.

Molfetta. L'incontro si terrà questa sera alle ore 18.30 nell'aula magna dell'I.I.S.S. Vespucci di Molfetta

molfettarotaryclub120123Si terrà nella serata di oggi, venerdì 13 gennaio un incontro sul tema Moda, musica e bellezza: sognare il futuro, restare nel territorio, storie di successo.

L'evento promosso dal Rotary Club di Molfetta, Bisceglie, Corato e Bitonto, affronterà un tema sempre molto attuale, ovvero quello del lavoro che spesso noi meridionali siamo costretti a cercare altrove, fuori dalle città di origine, fuori dalla nostra regione, e molto spesso all'estero.

Ma per ogni regola c'è sempre un'eccezione di cui si parlerà questa sera con alcuni protagonisti della nostra città, e non solo, che sono riusciti a realizzare e ottenere successo nel loro lavoro senza bisogno di emigrare.

Durante l'incontro a interagire con il pubblico e a raccontare le loro esperienze saranno le stiliste Barbara, Lisa e Manuela de Virgilio, Ivana Pantaleo, Vito Gurrado, Giusy Tangari e la giovane e talentuosa violinista Maria Teresa Salvemini.

 

Molfetta. Presso la Caritas Diocesana di Molfetta - Ruvo - Giovinazzo e Terlizzi sono 26 i posti disponibili per realizzare i tre progetti approvati e finanziati per il Servizio Civile Universale 2022-2023. Il termine per la consegna delle domande è fissato al 10 febbraio 2023

molfettadiocesi120123Il 15 dicembre 2022 il “Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale” ha pubblicato il Bando nazionale per la selezione di 71.550 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Universale. Per la Caritas diocesana di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi è possibile presentare domanda per 3 progetti.

Per il primo progetto dal titolo Luoghi di Perossimità, sono sei i posti a dispsizione per la sede Casa d'Accolgienza "don Tonino Bello. Di questi sei posti, due sono riservati a giovani che si trovano in una situazione economica e sociale con meno opportunità.

Il secondo progetto, denominato Sostenere la speranza, i posti richiesti per la realizzazione del progetto sono otto così distribuiti: due posti per la sede di Molfetta, due per la sede di Ruvo, due per quella di Giovinazzo e due per la sede di Terlizzi. Anche per questo progetto per la sede di Terlizzi e di Ruvo 1 posto è riservato a giovani con meno opportunità.

Per il terzo progetto Potenziare i processi educativi, sono12 i posti disponibili così divisi, 4 per la sede di Ruvo, 4 per la sede di Giovinazzo e 4 per la sede di Terlizzi, di questi 1 posto per ciascuna sede è riservato a giovani in difficoltà.

Il Servizio Civile Universale è rivolto a giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni e ha una durata di 12 mesi con 25 ore di impegno a settimana, per una retribuzione mensile di 444,30 euro. Ogni candidato potrà presentare una sola domanda per un solo progetto e per una sola sede. Per i posti riservati a Giovani con Minori Opportunità è richiesto di allegare alla domanda la certificazione Isee che attesti di avere un reddito inferiore a 10.000€.

Per poter partecipare alla selezione i candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

1. cittadinanza italiana, ovvero di uno degli altri Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra Unione Europea purché il candidato sia regolarmente soggiornante in Italia;

2. aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;

3. non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore a un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

SCARICA IL BANDO 

La domanda di partecipazione alle selezioni deve essere presentata esclusivamente online attraverso la piattaforma DOL raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo domandaonline.serviziocivile.it.

Per la compilazione della domanda di partecipazione al Bando i candidati dovranno essere in possesso dello SPID, Sistema Pubblico d'Identità Digitale, di livello di sicurezza 2.

Sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale -www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid - sono disponibili Per chi non possedesse ancora lo SPID sul sito dell'Agenzia per l'italia Digitale sono disponibili tutte le informazioni su cosa è lo SPID, quali servizi offre e come si richiede.

Per i cittadini appartenenti ad un Paese dell’Unione Europea diverso dall’Italia o a Svizzera, Islanda, Norvegia e Liechtenstein, che ancora non possono disporre dello SPID, e i cittadini di Paesi extra Unione Europea in attesa di rilascio di permesso di soggiorno, possono accedere ai servizi della piattaforma DOL previa richiesta di apposite credenziali al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa.

Per quante concerne la scelta dei progetti di Servizio Civile con la Caritas di Molfetta si dovrà effettuare collegandosi al sito https://www.caritas.it/progetti-di-servizio-civile-caritas-in-puglia/

La domanda di partecipazione al Bando dovrà essere presentata entro e non oltre le ore 14 del 10 febbraio 2023. Oltre tale termine il sistema non consentirà la presentazione delle domande. Le domande trasmesse con modalità diverse non saranno prese in considerazione.

Per facilitare la partecipazione dei giovani e, più in generale, per avvicinarli al mondo del Servizio civile universale basterà accedere al sito dedicato www.scelgoilserviziocivile.gov.it che potrà meglio orientarli tra le tante informazioni e aiutarli a compiere la scelta migliore.

Per ulteriori informazioni rivolgersi presso l'Ufficio Caritas Diocesana al numero 392.7623315 o tramite email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per approfondimenti e maggiori dettagli è possibile consultare:

i siti diocesani:www.diocesimolfetta.it/caritas

i siti istituzionali:www.caritas.it

 

 

Molfetta. Parte lunedì 16 gennaio il progetto di Minibasket della Dai Optical Virtus Basket Molfetta presso l'Istituto comprensivo “Battisti-Pascoli”

molfettadaioptical120123Far entrare il basket nelle scuole come progetto sportivo ed educativo. Questo obiettivo, dichiarato da tempo dalla DAI Optical Virtus Basket Molfetta, adesso è realtà grazie al coinvolgimento ufficiale del primo istituto molfettese a partire da lunedì 16 gennaio. Si tratta dell’Istituto comprensivo Battisti – Pascoli dove, mercoledì scorso, alla presenza di Dirigente Scolastica, docenti ed alunni, è stato presentato il progetto interscolastico del Minibasket dal titolo “Emozioni e Giochi”.

Nonostante si sia svolta al di fuori dall’orario delle lezioni, importante è stato il livello di partecipazione dei ragazzi per quello che si accinge a diventare un progetto pilota che riguarderà le scuole della città di Molfetta.

Tuttavia, grazie alla disponibilità e all’interesse della Dirigente Scolastica dott.ssa Auciello Maria, da subito l’Istituto “Battisti-Pascoli” sarà il primo a Molfetta in cui l’attività del Minibasket verrà svolta in orario curriculare e extra curricolare, pertanto aperta alle esigenze di tutti gli alunni senza esclusioni.

Il Minibasket, come attività ludica-sportiva proposta ai bambini di questa fascia di età, risulta essere una valida risposta al bisogno di movimento del bambino ma anche all’attivazione dell’intelligenza.

Tra le finalità della società vi è quella di fornire una valida attività motoria di base e di far conoscere un bellissimo gioco e sport quale è il minibasket. A questo si aggiunge la promozione dello sviluppo delle capacità senso-percettive, il concorrere allo sviluppo di comportamenti relazionali attraverso il gioco e interpretare il gioco come forma equilibrata di agonismo, con l’accettazione del risultato “sportivo”. Alla presentazione del progetto che si è tenuto presso l’Istituto “Battisti-Pascoli, ” ha preso parte anche il roster della prima squadra militante in serie C Gold.

«Già durante l’estate scorsa avevamo avviato dei corsi di Minibasket negli spazi all’aperto dell’istituto “Cozzoli” – ha commentato Marco de Pinto, vicepresidente della DAI Optical Virtus Molfetta – proseguiti successivamente nella palestra interna. La novità riguarda la partenza da lunedì 16 gennaio di questi corsi anche nel plesso “Battisti-Pascoli”. È risaputo che uno dei nostri obiettivi è promuovere lo sport della pallacanestro in una città come Molfetta».

In merito all’iniziativa in partenza il prossimo 16 gennaio si è espresso anche il responsabile tecnico del Minibasket Vincenzo Mazzilli: «Come società ci siamo posti a Molfetta l’obiettivo di produrre giocatori in qualche anno dal nostro settore giovanile – ha sottolineato – e per farlo è necessario entrare nelle scuole, permettendo a tutti di avvicinarsi a questo sport e selezionando quelli con maggiori prospettive e capacità.

Avvicinare tutti alla pallacanestro è altrettanto importante perché trattasi di uno sport che richiede molte figure: dagli allenatori, agli arbitri sino ad altre figure con importanti competenze. In un anno - ha concluso Mazzilli - abbiamo già ottenuto molti risultati a cui si aggiunge quest’altro progetto con la “Battisti-Pascoli” che riteniamo soltanto un punto di partenza».

 

 

 

 

Molfetta. La nomina di Vincenzo Germinario a presidente del Comitato Feste Patronali è avvenuta con decreto vescovile il 5 gennaio scorso

molfettacomitatofeste120123Il vescovo della diocesi di Molfetta, Ruvo, Giovinazzo e Terlizzi, Sua Eccellenza Monsignor Domenico Cornacchia, in data 5 gennaio 2023, con decreto vescovile ha nominato i componenti del Comitato feste patronali di Molfetta per l’anno 2023.

A presiedere il Comitato sarà Vincenzo Germinario che sarà affiancato da Maddalena Pisani e Francesco Sancilio, rispettivamente nei ruoli di economo e vicepresidente. Come si legge nel decreto, il Comitato si avvarrà della collaborazione e dello zelo sacerdotale di don Pasquale Rubini, parroco della Cattedrale di Molfetta.

Il Comitato avrà il compito di organizzare i festeggiamenti in onore del Santo Patrono Corrado e della Festa patronale dedicata a Maria Madonna dei Martiri. A Vincenzo Germinario e al Comitato Feste Patronali gli auguri di un buon lavoro per questo 2023.

 

Molfetta. Lo spettacolo andrà in scena sabato 21 e domenica 22 gennaio presso il Teatro Madonna della Pace

molfettapolifonica120123“L'amor che move il sole e le altre stelle” è un opera musicale in due atti, tratta liberamente dalla Divina Commedia di Dante Alighieri, il Sommo Poeta, padre della lingua italiana il cui estro e genio si continua a celebrare.

La performance, oltre ad essere un omaggio a Dante è anche una rivisitazione di alcune pagine delle tre cantiche, Inferno, Purgatorio e Paradiso. Una messa in scena realizzata con occhi diversi da come il poema viene presentato nelle scuole, e per questo inviso alla maggior parte degli studenti.

La versione della Commedia di Dante proposta dalla Polifonica Molfetta è una rilettura dell'opera che riflette i nostri tempi. «Fortissima è l'attualità del Poema di Dante – sottolinea Pino Pappagallo che ha curato la regia – nonostante i suoi 700 anni, parla dell'Uomo, delle sue emozioni, delle sue passioni, delle sue compassioni e commozioni, ma anche del suo dolore e della ricerca del senso della propria vita.

Un viaggio che parla soprattutto di amore e della sua ricerca da parte dell'uomo, un'esigenza, una necessità così forte che pur di trovare l'amore e vivere la gioia di amare ed essere amato– continua Pino Pappagallo – è disposto a fare di tutto, anche a trasformarsi in un assassino, un ladro, un truffatore. L'Amore è il senso della vita. Perché l'Amore è Dio».

L'opera è realizzata dalla Polifonica Molfetta diretta da Pino Pappagallo che per questo spettacolo ha curato la regia e la parte musicale, coadiuvato per la musica dal Prof. Lillino CocozzaAccanto alla Polifonica e alla voce recitante di Mauro Petruzzella sul palco i notevoli solisti Sabino Calò, nel ruolo di Dante, Antonella Camporeale nel ruolo di Beatrice, Maria Pappagallo nei panni di Matelda, Cosimo Giovine nel ruolo di Virgilio, Martina Camporeale nelle vesti di Francesca da Rimini e Pia de'Tolomei, Davide Uva nel doppio ruolo di Pier delle Vigne e San Bernardo, nonché il noto baritono Onofrio Salvemini che vestirà i panni del terribile Caronte.

Il tutto rifinito dal Grafic Designer Michele Albanese che ha curato la parte grafica e le proiezioni parte dello spettacolo.

Si accede con invito da ritirare presso il Centro Culturale Auditorium Parrocchia San Domenico a Molfetta. L'amor che move il sole e le altre stelle” si terrà sabato 21 e domenica 22 gennaio presso il Teatro Madonna della Pace con inizio alle ore 19.30.

Molfetta. L'inaugurazione della mostra omaggio all'arte contemporanea pugliese si terrà oggi 12 gennaio alle ore 18

molfettahommageH120123Hommage. Artisti che omaggiano artisti è una mostra collettiva ideata da Iginio Iurilli, noto artista nativo di Gioia del Colle e dall'esperto di arte contemporanea Carmelo Cipriani. “Hommage”, mostra itinerante, dopo aver fatto tappa a Bari sarà ospitata, a partire da oggi giovedì 12 gennaio, presso gli spazi del Torrione Passari, in via Sant'Orsola 13, in pieno centro storico.

Undici artisti contemporanei della nostra terra, la Puglia, rendono omaggio ad artisti pugliesi di riconosciuta fama e alto profilo artistico, purtroppo scomparsi in questi ultimi dieci anni. In mostra saranno esposti sia i lavori degli artisti viventi sia le opere degli artisti scomparsi, dando la possibilità allo spettatore di riscoprire un patrimonio artistico poco conosciuto fatto non solo di opere, ma anche e sopratutto di storie, di affinità fino ad oggi nascoste. La mostra sarà visitabile presso il Torrione Passare fino al 5 febbraio, poi si sposterà al CRAC di Taranto.

Le opere esposte sono dei seguenti artisti: Biagio Caldarelli, Cristiano de Gaetano, Michele Depalma, Vettor Pisani, Adele Plotkin, Jolanda Spagno, Nicola Carrino, Mimmo Conenna, Beppe Labianca, Giuseppe Spagnulo, Domenico Ventura, Paolo Lunanuova, Giuseppe Teofilo, Beppe Sylos Labini, Agnese Purgatorio, Rosamaria Sansonetti, Iginio Iurilli, Antonio Paradiso, Piero Di Terlizzi, Francesco Granito, Giulio De Mitri, Vito Maiullari.

L'ingresso è gratuito. La mostra si potrà visitare nei seguenti giorni e orari: dal martedì alla domenica dalle 17. 30 alle 20.30. Lunedì chiuso. 

Molfetta. Con la partita di sabato 14 gennaio contro l'Osimo si chiude il girone di andata. Il bilancio delle prime 12 partite con mister Difino

molfettaindeco120123HL’Indeco Molfetta è tornata in palestra per preparare l’ultimo match del girone di andata, in programma sabato 14 gennaio al PalaPoli alle ore 19, che la vedrà contrapposta all’Osimo, seconda in classifica, con un ritardo di sette punti dai ragazzi allenati da mister Difino dopo la sconfitta dei marchigiani contro Turi. Un cammino formidabile quello dell’Indeco: 12 partite, altrettante vittorie da tre punti e pass per la Coppa Italia conquistato con una giornata di anticipo.

«Essere a questo punto del campionato a punteggio pieno è un'aspettativa altissima che stiamo riuscendo a mantenere e che va ben oltre ogni ottimistica previsione. Ho sempre stimato i giocatori del Molfetta e quest'anno sto avendo la possibilità di lavorarci insieme, se manterremo questo clima di fiducia e impegno potremo dire la nostra sino a fine stagione – le parole di mister Difino - Spetta a noi continuare il lavoro costante e intenso per restare lì dove tutti vorrebbero essere.

Credo, per quanto riguarda il campo, che a funzionare sia soprattutto la disponibilità di ogni giocatore, dal più esperto al più giovane, se la propensione all'allenamento ed al miglioramento salirà ancora potremmo giocarcela contro ogni avversario così come fatto sino ad ora. Poi ci sono le componenti esterne e in questo non posso che dire di aver trovato una società molto presente e ben organizzata che aiuta tanto».

In casa Indeco Molfetta, entusiasmo e voglia di far bene non mancano affatto. L’ultima gara del girone contro Osimo, poi il campionato si fermerà per due settimane per permettere lo svolgimento della coppa nazionale. Mister Difino è concentrato sul match contro i marchigiani. “Conosciamo poco del livello delle altre prime, ci penseremo in seguito. Abbiamo da preparare l’ultima di andata contro Osimo che ci insegue in classifica”, le parole dell’allenatore nojano, al primo anno in biancorosso.

Dopo dodici giornate e cinque mesi di lavoro, un primo bilancio dell’esperienza all’Indeco Molfetta. «Come ho già detto, ho trovato una società presente e ben organizzata che semplifica il compito a giocatori e staff tecnico – il commento di Vito Difino - I ragazzi stanno lavorando sodo ma la strada è ancora lunghissima e piena di ostacoli, continuiamo a pensare una partita per volta, siamo in un girone dove ci sono tante squadre giovani ma molto valide fisicamente, dove le trasferte sono molto lunghe e poi c'è Turi che ha una rosa ampia e tanti giocatori che hanno giocato a livelli più alti. Noi dobbiamo solo pensare ad allenarci perché alla fine le uniche parole che contano per davvero le dà sempre il campo».

 Mister Difino detta la strada da seguire. L’Indeco Molfetta vuol farsi trovare pronta contro l’antagonista numero uno di questo primo segmento del campionato. 

 

JoomBall - Cookies

© 2022 Notizie Il Fatto - Tutti i diritti riservati | CrackDown Srl - Molfetta - P.IVA 07856020727 Testata giornalistica registrata al numero 05/16 presso il Tribunale di Trani | Direttore Responsabile: Giulio Cosentino